4 ricette salvacena

21/09/2016
________________

Le mie 4 ricette salvacena

Per quando si ha poco tempo, o voglia o il frigorifero piange.
________________

Ci sono dei giorni in cui si arriva la sera a casa stanchissimi e tardi, altre volte non si ha proprio voglia di cucinare, può capitare anche che il frigorifero pianga e l’andare al supermercato non è un’opzione fattibile. Oppure, semplicemente, tutte e tre le cose insieme. Insomma, ci sono dei momenti in cui l’ultima cosa che si ha voglia di fare è cucinare e preparare la cena (sì, capita spesso anche a me…).

In questi casi le soluzioni possono essere tre:

Uscire a andare a mangiare fuori
 Sì, carino, ma se non avessi tanta fame? O se fosse troppo tardi? O se fossi talmente stanca che il solo pensiero di mettere un piede fuori di casa mi distruggesse? Ok, questa opzione la bocciamo.

Spalmarmi sul divano inerme
sperando che il cibo decida di prendere in mano la situazione, si cucini da solo e venga direttamente da me… se poi si introducesse da solo anche nella mia bocca, ancora meglio. Ok, a meno che non siate topolino in Fantasia, questa opzione la vedo poco fattibile…

Andare avanti a leggere il post e vedere quali sono le ricette che mi preparo ogni volta che mi trovo in una delle situazioni sopracitate 🙂

 

 

Se il frigo piange: Spaghetti aglio, olio e peperoncino per tutti

Facciamo i seri: ma quanto sono buoni gli spaghetti aglio, olio e peperoncino?! Quando sono proprio arrivata alla frutta, anzi, ben oltre perchè ormai mi sono mangiata pure tutta quella, questa è la mia ricetta top. Gli ingredienti sono sempre in dispensa e sia il tempo che le energie da impiegare per la preparazione sono davvero minime.

Faccio rosolare tre spicchi d’aglio schiacciati con la camicia (per la serie, nemmeno la fatica di sbucciare l’aglio…) con qualche peperoncino secco sbriciolato in abbondante olio extravergine di oliva. Di quello buono.
Metto a cuocere la pasta che scolo leggermente al dente. Tengo un po’ dell’acqua di cottura e ripasso tutto in padella per concludere la cottura.

In 10 minuti e con il minimo sforzo ho la cena pronta… e che cena! A volte aggiungo anche qualche acciuga da sciogliere nel soffritto iniziale, erbe aromatiche fresche come il timo e, se ci sono, anche qualche pistacchio sminuzzato, ma spesso non ce n’è bisogno perchè è già buonissima così, nella sua semplicità.

Riso saltato? Yes, please

Se avete bisogno di una “ricetta svuotafrigo” il riso saltato in padella è la risposta. Prendete tutte le verdure che ormai pagano l’affitto nel vostro frigorifero, saltatele in padella con olio extravergine di oliva e qualche spicchio d’aglio schiacciato o della cipolla tritata finemente. Condite con della salsa di soia (così potrete dire di aver fatto una ricetta etnica proveniente da qualche terra lontana) e finite il tutto aggiungendo il riso sbollentato.

Per il riso potete scegliere quello che preferite/avete: basmati, arborio, venere, selvatico, rosso… insomma, quello che avete in casa, per intenderci. Se volete potete sostituirlo anche con dei cereali come il farro o l’orzo ma se decidete di usare il basmati, cuocetelo con il metodo dell’assorbimento invece che bollirlo: in una pentola fate bollire dell’acqua leggermente salata. Appena spicca il bollore, aggiungete il riso, abbassate il fuoco al minimo e coprite con il coperchio. Lasciate cuocere piano piano, senza togliere il coperchio per circa 15 minuti e il gioco è fatto. Non dovrete nemmeno scolarlo, l’importante è rispettare la proporzione acqua/riso di 2 a 1, quindi se per esempio dovete cuocere 200 gr di riso, mettete a bollire 400 ml di acqua.

Clicca qui per vedere la ricetta del mio riso saltato con gamberi  e se preferisci, puoi sostituire il riso con dei noodle come ho fatto in questa ricetta.

cena in 15 minuti: noodles di pollo
ricette salvacena

Vellutate? Sì, anche qui

Lo so, non c’è bisogno che me lo diciate, ho rotto un po’ le scatole con questa storia delle vellutate (e non sapete qual’è l’ultima ricetta… provate un po’ ad indovinare?! ;-)) ma non ce n’è: le vellutate sono la soluzione a tutte le vostre cene. Basta che abbiate in casa una cipolla e delle verdure e la cena è presto servita.
Potete usare un unico ortaggio (zucchine, zucca, piselli, broccoli…) o anche più di uno e poi frullare il tutto alla fine.

In 15 minuti al massimo avrete la cena pronta.
Avete finito anche tutte le verdure? E che problema c’è, potete usare dei legumi in scatola come ceci o fagioli, oppure semplicemente patate e cipolle (perchè tutti hanno in casa le patate e le cipolle). Fate cuocere in acqua dopo aver creato un piccolo soffritto e aver fatto insaporire il tutto e frullate. Se avete scelto le patate potete fare un figurone aggiungendo alla fine dello zafferano (lascerete tutti a bocca aperta, promesso) oppure, e questo vale anche per tutte le altre, passare del pane secco, tagliato a dadini, in una padella con olio, sale ed erbe aromatiche per creare dei crostini.

Cliccando qui andate alla sezione dedicata alle vellutate.

crema di topinambur e nocciole croccanti
crema patate e porri con bacon croccante

Crostoni di pane

Apprezzate il fatto che abbia chiamato questa sezione “crostoni di pane“, giusto per depistarvi un po’ ma…emm… ecco… vi porto ancora una volta a loro: gli avocado toast.
Ok, lo so, siete a questo punto autorizzati ad eliminarmi dai vostri blog preferiti, cancellarmi da Facebook e Instagram, negarmi il saluto se per caso mi incontrate per strada ed etichettarmi come la foodblogger più monotona e noiosa della terra ma… sono troppo buoni e soprattutto sono davvero la mia soluzione salvacena preferita quando non ho voglia di cucinare. Ve l’avevo già fatto vedere in tempi non sospetti nel video della mia Evening routine.

Cercherò di fare la brava, ampliando questa scelta e includendo anche il magico mondo delle bruschette. Perchè quando non si vuole cucinare, delle belle fette di pane casereccio tostate e ricoperte di pomodorini o verdure alla griglia o formaggio leggermente fuso perchè passato un attimo sotto al grill sono sempre una scelta vincente.

Io chiaramente opto quasi sempre per l’avocado toast (ma va?!) ma in estate mi piace anche mangiare pane, pomodoro, basilico fresco e olio extravergine di oliva. E’ sempre la mia scelta preferita, soprattutto quando sono a casa da sola.

Ecco alcune delle mie combinazioni preferite:

zucchine alla griglia, basilico fresco e scamorza bianca

melanzane alla griglia, pomodorini e mozzarella

prosciutto crudo, fichi e caprino

gorgonzola, pere, noci e un filo di miele

aglio, pomodoro, basilico fresco

avocado toast
avocado toast
avocado toast
avocado toast

Quali sono le vostre “ricette salvacena”?

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare una di queste ricette… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo
0

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.