What’s in my travel bag?
Weekend al mare

11/07/2016

Finalmente, dopo ben 5 anni, mi infilo di nuovo un costume per andare al mare. Complice una buona tariffa per un volo A/R per Bilbao e il grande desiderio di surfare un po’ di Silvio (alias: il marito) abbiamo deciso di regalarci questo weekend all’insegna del relax e della salsedine.

Io sono sempre stata un disastro nel preparare le valigie: sono passata da portarmi armadi interi completamente inutili e con cose a caso, a dei micro bagagli, altrettando casuali. Adesso da un po’ di tempo a questa parte sono riuscita a trovare finalmente un “metodo” per preparare il bagaglio e ho deciso di condividere con voi i miei trucchetti per viaggiare leggeri.

Qui di seguito trovate il video dove vi racconto tutto e i miei 5 consigli per affrontare il vostro viaggio aereo con solo il bagaglio a mano nel migliore dei modi.

weekend al mare

Borsone invece del trolley

Si sà, nonostante le compagnie low cost garandiscano che il bagaglio di una certa dimensione verrà caricato in cabina e non dirottato in stiva, spesso le cose vanno diversamente. Se soprattutto siete verso la fine della fila e avete un trolley con voi, avete buone probabilità che il vostro bagaglio non viaggi con voi.

Un mio consiglio è di preferire un borsone al trolley. Oltre ad essere piu’ leggero e capiente è praticamente impossibile che, nel caso ci sia un eccesso di bagagli, venga messo in stiva. Io uso sempre la mia borsa da viaggio personalizzata della Longchamp: leggera, richiudibile, impermiabile e capientissima.

Campioncini mon amour

Durante l’anno, appena è possibile, raccolgo tutti i campioncini che mi vengono regalati quando vado in profumeria e che poi tiro fuori nel momento in cui devo viaggiare. Sono piccoli, leggeri, comodi e soprattutto non si ha il problema che abbiano una capienza superiore a quella concessa per il bagaglio a mano.

Ho anche comprato all’Erbolario un kit di flaconcini da viaggio da usare per riempirli con alcuni prodotti tipo lo shampoo, lo struccante o il balsamo.

weekend al mare
weekend al mare

Acqua sì ma al momento giusto

L’acqua fa bene e piu’ se ne beve e meglio è. A maggior ragione quando si prende un aereo che è facile ci si disidrati con piu’ facilità. Il mio piu’ grande consiglio è di comprare una bottiglietta d’acqua quando ormai siete arrivati al gate e avete già superato tutti i controlli di sicurezza. In questo modo non solo potrete portarla sull’aereo, ma non ci sarà nemmeno bisogno di berla tutta poco prima dei controlli di sicurezza (cosa che mi è capitato piu’ di una volta). Il risultato: pipì assicurata durante il decollo!

Vestitevi comodi

Quando viaggio non mi piace essere troppo “svestita”. Scarpe chiuse, pantaloni lunghi e un maglioncino non mancano mai visto e considerato che io ho praticamente sempre freddo quando sono in aereo.

Di solito decido come vestirmi quando sto facendo la valigia: tutti i capi piu’ ingombranti e pesanti saranno quelli che indosserò durante il volo; in questo modo si risparmia spazio, peso e non rischio di morire di freddo durante il viaggio.

weekend al mare
weekend al mare

Poche cose ma intercambiabili

Ormai da qualche anno adotto questa tecnica: pensare già per filo e per segno agli outfit da indossare. In questo modo si perde meno tempo a vestirsi quando si è via e si evita di portare capi inutili. Cerco sempre di portare colori e capi abbastanza neutri, in questo modo li potrò intercambiare e abbinare in diversi modi.

Io solitamente viaggio sempre con abiti piuttosto casual ma aggiungo sempre al mio borsone da viaggio qualche accessorio (tipo una collana particolare o una borsetta a tracolla che possa diventare anche pochette) in modo che, se per caso ce ne dovesse essere l’occasione, in un attimo riesco a trasformare un outfit rendendolo piu’ particolare ed “elegante”.

Se questo video vi è piaciuto mettete un mi piace e, se non l’avete ancora fatto,

iscrivetevi al mio canale YouTube cliccando qui

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.