Vellutata verde con crumble di pane e pomodori secchi

05/10/2016
________________

Vellutata verde con crumble di pane e pomodori secchi

Un’idea semplice per trasformare una classica crema di verdure in un piatto gustoso
________________

Ieri sera per cena avevo voglia di una delle mie tanto adorate vellutate di verdura. Complice anche il freddo che timidamente inizia ad arrivare, ho quindi pensato di soddisfare questo mio desiderio sperimentando qualcosa da nuovo.

La scelta degli ingredienti è stata del tutto cromatica: ho comprato tutte le verdure in foglia che c’erano al supermercato di colore verde perchè il mio obiettivo era quello di ottenere una bella crema dal colore intenso. Avendo usato tutte verdure in foglia avevo però bisogno di un piccolo aiutino per addensarla leggermente e, invece di usare la solita patata, ho optato per dei ceci bolliti.

Già così di per sé è davvero buona ma un po’ anonima. Ecco che allora ho preso del pane secco che mi era avanzato, l’ho sbriciolato con l’aiuto del frullatore e l’ho reso croccante passandolo in padella con un pesto fatto di aglio, timo e pomodori secchi.

Il risultato è la mia vellutata verde con crumble di pane e pomodori secchi e credetemi se vi dico che è davvero qualcosa di incredibilmente buono.

Ingredienti

Porzioni: 4 persone   •    Tempo di preparazione: 15 min    •    Tempo di cottura: 20 minuti

200 gr di spinaci   •   200 gr di bietolone   •   200 gr di cavolo nero   •   1 cipolla   •   500 ml circa di brodo vegetale   •   100 gr di ceci bolliti (quelli in scatola vano benissimo)   •   300 gr di pane casereccio raffermo   •   4 pomodori secchi   •   timo fresco   •   mezzo spicchio d’aglio   •   olio extravergine d’oliva   •   sale

vellutata verde

Procedimento

Mettete subito a scaldare il brodo. Come sempre, cercate di usare quello fatto da voi oppure un brodo vegetale già pronto di buona qualità (senza schifezze dentro), altrimenti, piuttosto che usare il dado, mettete semplicemente dell’acqua bollente.

Pulite, lavate e tagliate a fettine una cipolla. Mettetela ad appassire in una pentola molto capiente con un filo di olio extravergine di oliva, a fuoco medio per un paio di minuti.

vellutata verde
vellutata verde
vellutata verde
vellutata verde

Nel frattempo lavate le verdure: spinaci, bietoline e cavolo nero. Eliminate la parte più dura dei gambi del cavolo. Tagliatelo a pezzetti grossolani e aggiungetelo alla cipolla. Mescolate e fate cuocere per 5 minuti.

A questo punto abbassate il fuoco al minimo e aggiungete nella pentola le bietoline e gli spinaci (ecco perché avete bisogno di una pentola capiente), coprite con un coperchio e fate appassire queste ultime verdure. Ci vorranno all’incirca altri 2/4 minuti.

Una volta che saranno appassiti, mescolate, aggiungete il brodo (regolatevi in base a quanto liquido hanno rilasciato gli spinaci e le bietoline). Io ne ho messo 500 ml, ma nel dubbio state un po’ scarsi ed eventualmente aggiungetene un po’ alla fine se vedete che è troppo densa. Aggiungete anche i ceci, salate e fate continuare la cottura coperta. Ci vorranno altri 5 minuti, giusto il tempo di preparare il pane e far insaporire la minestra.

vellutata verde
vellutata verde
vellutata verde

In un frullatore mettete il pane secco a pezzetti e frullate in modo da ottenere delle briciole grossolane. Mettete da parte e nello stesso frullatore mettete i pomodori secchi, l’aglio (io ne ho usato solo metà, ma se voi siete degli amanti, potete metterne anche un po’ di più) e le foglioline di 3 rametti di timo fresco. Due cucchiai di olio extravergine di oliva e frullate.

Otterete una specie di patè. Trasferitelo in una padella e fate scaldare a fuoco medio, quando inizierà a soffriggere aggiungete il pane e, mescolando spesso, fatelo tostare. Se siete amanti del piccante potete aggiungere anche un po’ di peperoncino.

vellutata verde
vellutata verde
vellutata verde

Frullate le verdure in modo da ottenere una crema. Se sarà troppo liquida potrete aggiungere qualche altro cecio, se invece risulterà troppo densa, ancora un goccio di brodo o acqua tiepida.

Servite con il pane tostato e un filo di olio extravergine di oliva a guarnire.

vellutata verde
vellutata verde

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.