The Bluebird Shop: Natale 2019

20/11/2019
________________

The Bluebird Shop: Natale 2019

Una nuova collezione ti aspetta su TheBluebird.Shop
________________

Finalmente lo shop è tornato e vi aspetta con una nuova collezione di cui sono davvero entusiasta.

Questa vota ho deciso di cambiare leggermente la filosofia con cui il The Bluebird Shop è nato 3 anni fa. Inizialmente era un contenitore di mini collezioni capsula con articoli creati da artigiani apposta per me. Ben presto mi sono dovuta scontrare con la difficoltà nel riuscire a gestire queste collaborazioni nel migliore dei modi a causa della mia mancanza di tempo ed energie, considerando che questa non è la mia attività principale.

Proprio per questo motivo da questa collezione ho deciso di cambiare leggermente le carte in tavola e adesso vi spiego esattamente che cosa vi dovrete aspettare d’ora in avanti nello shop.

La filosofia alla base è rimasta la stessa: dare spazio ad oggetti che magari appartengono ad una piccola nicchia, che possano raccontare una storia che si interseca inevitabilemente con la mia, con chi sono, con i miei gusti, il mio stile e la mia filosofia di vita. Per fare questo ho iniziato a selezionare piccoli brand indipendenti europei che mi aiutassero a raccontare questa storia.

Quello che potete acquistare non sono pezzi creati apposta per me, ma sono articoli che io ho personalmente selezionato tra migliaia perchè penso che mi rappresentino sotto molti punti di vista e spero che questo si riesca a percepire.

Un filo conduttore sarà la sostenibilità declinata sotto diversi punti di vista e ora vi racconto come.

Resistenza nel tempo

Per vestire la tavola e proteggerci da tutti i nostri esperimenti in cucina e non, ho scelto il lino, un materiale estremamente resistente, fatto per durare nel tempo e trasversale alle mode. Un tessuto che appartiene visceralmente al paese da cui provengono gli articoli per la tavola e la cucina che ho selezionato: la Lituania, dove questo materiale è scelto per i vestiti delle grandi occasioni come i matrimoni o i battesimi, dove esistono delle feste popolari dedicate alle varie fasi di raccolta e lavorazione di questa pianta che cresce molto bene nei paesi del centro/nord Europa (da cui provengono i tessuti grezzi) e che quindi non necessita di irrigazione estrema o l’utilizzo massivo di pesticidi e fertilizzanti.

Tutti i tessuti vengono poi tinti, lavati e cuciti in Lituania e il risultato è un prodotto di altissima qualità perfetto per accompagnarci nel quotidiano.

Per la vostra tavola ho selezionato runner, tovaglioli, mini tovaglioli adatti a diversi utilizzi, tovagliette all’americana e grembiuli. Trovate tutti gli articoli in lino qui.

Riuso

Avete mai sentito parlare di Eco Design? Appena ho scoperto il marchio dietro a questi prodotti il mio cuore è impazzito di gioia per la filosofia con cui questi articoli sono prodotti e realizzati e i miei occhi di bellezza (è stato difficilissimo fare una sezione…).

Vassoi in legno ricavati da legni provenienti da vecchie imbarcazioni, piatti e ciotole intagliati da radici di piante di teak, una parte della pianta che solitamente viene scartata e buttata, candele naturali che aiutano donne ad essere maggiormente indipendenti, bicchieri e caraffe ritagliate da bottiglie, ceste intrecciate a mano e foderate di tessuti in cotone riciclato.

Ecco cos’è l’Eco Design, è il nobilitare ciò che già esiste ma che sbadatamente viene messo da parte, è il dare la possibilità a persone in paesi lontani di tramandare la loro arte artigiana essendo pagati equamente e lavorando in sicurezza.

In questa collezione troverete tutto ciò che vi serve per rendere una tavola speciale, non fermatevi al singolo oggetto, andate a leggere anche la storia che c’è dietro perchè quella credo sia il vero valore aggiunto di questa collezione. Clicca qui per scoprirla.

Plastic free

Pulire e cucinare, due attività che facciamo molto spesso nell’arco di una giornata e spesso una dietro l’altra se non in contemporanea. Per questo aspetto della sostenibilità ho selezionato prodotti di uso comune che fossero però realizzati in materiali naturali o riciclati, come le spugne abrasive in un materiale che combina fibre di cocco, scarti della lavorazione alimentare dei fagioli e fibre riciclate dalle bottiglie in PET.

Inoltre, tutti questi articoli che vengono prodotti in Svezia ed Estonia (e l’impronta di design nordico si vede perfettamente) sono realizzati da operai ipovedenti da generazioni (l’azienda ha una storia che mette le sue radici a inizio del 1900).

E allora eccoli qui, pennellino in legno e crine di cavallo, spazzole per pulire i piatti con testine ricaricabili e spugne in cellulosa computabile. Trovate tutto qui.

Zero sprechi

Il modo migliore per ridurre gli sprechi in cucina è pianificare bene quello che si mangerà durante la settimana e, di conseguenza, che cosa finirà nel carrello della spesa. Anche quest’anno ho deciso di realizzare un planner settimanale proprio per la pianificazione dei menù settimanali.

Ad aiutarmi c’è stata Arianna Zuppello, giovane grafica che vive a Genova che si è occupata di tutta la parte grafica insieme ad un piccolo “cameo”, chiamiamolo così, di Valentina Veneziano (su Instagram conosciuta come Val_ina) che ha realizzato “4 template creativi” che troverete a sorpresa tra le pagine del planner.

Frutta e verdura di stagione, lo spazio per appuntare gli impegni della settimana e le cose da ricordare, un blocco separato per la lista della spesa e una piccola lavagna per appuntare frasi o cose da ricordare, il tutto fissato su una tavoletta di legno da poter appendere dove siete più comodi.

Quest’anno, oltre alla versione completa e digitale (scaricherete sono i 12 template mensili da poter stampare) ci sarà anche la “versione ricarica” per chi ha già acquistato il planner 2019 e può quindi usare la stessa base per fissare il nuovo planner.

Trovate tutto nei dettagli qui.

Eccola la nuova collezione, io sono molto fiera del lavoro di ricerca fatto, vi avviso che i vostri ordini arriveranno senza troppi “fronzoli” il packaging sarà ridotto al minimo, giusto affinché i prodotti non si rovinino durante la spedizione, questo per cercare di ridurre al minimo gli “extra”.

Le spedizioni inizieranno da lunedì’ 25 novembre, gli articoli hanno disponibilità limitata, per cui se vi piace qualcosa, vi consiglio di non pensarci troppo. Tra le opzioni di spedizione ho inserito anche la possibilità di ritirare il vostro ordine direttamente sabato 23 novembre all”Artisan House organizzato da Lascia la Scia Coworking a Milano, dove sarò presente con i prodotti. Trovate tutte le info dell’evento qui.

Sono curiosa di sapere che cosa ne pensate e… buon shopping!

Ti è piaciuto questo post? Condividilo