Shopping on-line (prima parte): guida all’acquisto

Oggi vi voglio parlare di una cosa che mi sta particolarmente a cuore: lo shopping online.
Io sono un’assidua frequentatrice di vari siti internet: dall’abbigliamento al design, dall’Hi-Tech all’alimentare.
Chi come me è ormai sulla trentina, ha visto la nascita e l’evoluzione dell’e-commerce. In principio c’erano pochi siti e si potevano acquistare solo alcune tipologie di prodotti, adesso è praticamente l’opposto: è difficile trovare qulcosa che non si possa acquistare anche on line.

Inizialmente avevo un po’ di timore ad acquistare, ma poi, una volta creata la mia piccola cerchia di siti affidabili e aver steso una sorta di vademecum per l’acquisto, devo ammettere che è ormai piu’ difficile che io acquisti qualcosa in negozio, piuttosto che su internet.

Di solito, prima di fare un’acquisto, guardo principalmente 5 aspetti: grafica del sito (lo so che può sembrare stupido ma mi influenza molto), affidabilità, metodo di pagamento, prezzo, spese di trasporto.

Ma andiamo con ordine e partiamo dal primo punto:

Grafica del sito

Ormai siamo bombardati da immagini. La maggiorparte del tempo viene passata a guardare uno schermo, che sia il computer, lo smartphone, un tablet o la televisione.
Questa abitudine all’audiovisivo, ha fatto sì che, piano piano, venissimo educati ed abituati a grafiche sempre piu’ raffinate, curate e varie (i primi siti erano molto diversi rispetto a quelli attuali).  Questa varietà ha fatto sì che, così come per la moda, il make-up o l’arredamento, ognuno sviluppasse un proprio gusto e venisse attratto piu’ da un certo tipo di impostazione grafica rispetto ad un’altra. Inoltre, parlando di e-commerce, non si vende solo un prodotto ma anche, e forse soprattutto, un certo tipo di life style.
Io vengo molto influenzata da questo aspetto, e, se uno stesso oggetto si trova su piu’ siti, a parità di tutti gli altri fattori (prezzo, tempi di consegna, ecc) io sono sicura che lo acquisterò su quello che graficamente appaga maggiormente il mio gusto estetico.

E’ come per il cibo, sostanzialmente queste sono esattamente la stessa cosa, ma voi quali mangereste? Io non ho dubbi

Affidabilità

A nessuno di noi piace essere fregati. Quando si acquista on line bisogna prestare un briciolo in piu’ di attenzione rispetto a quando si va ad acquistare qualcosa in un negozio, perchè i siti internet fasulli sono, purtroppo, una realtà. Io cerco sempre di acquistare da siti “conosciuti” (consigliati da amici o di cui ho letto in qulche recensione, ecc). Nel caso in cui mi capiti di imbattermi in qualche sito sconosciuto, allora inizio a cercare qualche recensione su forum o blog, stando anche qui attenta, specialmente quando si parla di forum, a filtrare quei commenti dove è palese che a parlare non  sia un semplice consumatore, ma qualcuno pagato o incaricato per enunciare le mille fantasticherie di un determinato sito.

Metodo di pagamento

Questo è fondamentale, soprattutto quando si sta parlando di un sito nuovo e sconosciuto. Per quanto riguarda ipotetici furti di dati relativi alla carta di credito, io cerco di tutelarmi in due modi: cerco di pagare usando sempre, dove è possibile, PayPal; ogni acquisto su internet lo faccio usando una carta prepagata che ho fatto ad hoc e dove non c’è mai piu’ disponibilità di denaro rispetto a quella che mi serve per saldare l’importo della transazione.
Se mi capita di acquistare su dei siti nuovi, di cui non ho mai sentito parlare, cerco di usare il contrassegno, ove possibile, oppure lascio perdere… preferisco rinunciare ad un acquisto, piuttosto che rischiare di venir fregata inviando un pagamento e non ricevendo nulla in cambio.

Prezzo

E qui arriviamo all’aspetto principale per cui io preferisco acquistare on line rispetto al negozio: il risparmio. Quasi sempre, acquistare on line conviene, anche perchè il “commerciante” ha molte meno spese da sostenere (affitto del negozio, acqua, luce, gas, ecc), spesso gli basta avere una buona connessione internet ed un magazzino, che può anche coincidere con la propria abitazione, per cui i margini di guadagno sono decisamente maggiori, e questo gli permette di poter applicare degli sconti speciali.
Inoltre, adesso è pieno di siti con le cosidette “vendite private”, cioè delle promozioni temporanee, su determinate marche, disponibili solo agli utenti registrati. Anche qui però bisogna stare attenti: i prodotti che vengono presentati sono quasi sempre di collezioni passate e il prezzo pieno che viene visualizzato e poi scontato, è il prezzo di listino al momento dell’introduzione nel mercato di quel determinato prodotto, per cui è facile che non corrisponda al prezzo attuale in cui è in commercio. Inoltre, spesso le marche mettono un certo stock a disposizione di piu’ siti internet, per cui, prima di decidere di acquistare qualcosa, faccio sempre una piccola ricerca su Google (a volte uso anche Google Shopping) mettendo il modello e la marca di quello che voglio  e cercando il sito dove poterlo trovare al prezzo piu’ conveniente. Inoltre spesso vado a verificare sul sito ufficiale del marchio per vedere se il prezzo che viene segnalato come di listino, corrisponde.

Stesso articolo, il secondo è pubblicato su un sito di vendite private e bisogna pagare le spese di trasporto, mentre il primo è su Amazon con spese di trasporto gratuite.

Spese di trasporto

Molti siti offrono le spese di trasporto gratuite per ordini sopra un certo importo. Io cerco di acquistare dove le spese sono omaggio o magari cerco di accumulare piu’ acquisti in un’unico ordine in modo da riuscire a raggiungere la soglia che permette di avere le spese omaggio.

A volte però mi sono resa conto che alcuni siti, giocano molto sulla proporzione tra prezzo dell’articolo e spese di trasporto: a volte si trova un prezzo molto basso per un articolo rispetto alla media di altri siti, che però ha delle spese di trasporto molto più alte e viceversa (prezzo leggermente piu’ alto ma spese di trasporto minori) per cui io cerco sempre di valutare la somma di queste due voci per trovare la soluzione piu’ conveniente.

La terza opzione sembrerebbe la più economica, ma una volta aggiunte le spese di trasporto arriviamo ad un totale di 14,40 Euro, mentre la prima opzione ha spese gratuite se si arriva a 19,00 Euro di spesa, mentre se si spedisce con la prima opzione si spende un totale di 12,70 Euro.

Questo post è un po’ lunghetto, ma a volte mi faccio prendere la mano… volevo scrivere solo un paio di cosette ma alla fine mi sono dilungata… La seconda parte sarà dedicata ai siti che “bazzico” di piu’ con una piccola recensione per ognuno, ma per oggi mi fermo qui… vi ho già abbastanza sfinito!

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.