Salse Homemade: Sweet Chili Thai Sauce

Se vi dico tailandese che cosa vi viene in mente? A me la mente va subito a lei: quella salsina un po’ viscidina, piccante, dolce e un po’ agro in cui intingere involtini e gamberi fritti… pensate sia difficile da fare?! Vi sbagliate! Ecco quindi la ricetta della Sweet Chili Thai Sauce (in fondo al post troverete anche un’anticipazione della prossima ricetta dove utilizzerò proprio questa salsa…)

Ingredienti per un barattolino da 250 ml:

  • 3 spicchi d’aglio
  • 2 peperoncini freschi (io ho usato la qualità Cayenne, medio piccante, ma potete cambiare varietà a seconda di quando forte la volete)
  • 60 ml di aceto di vino bianco
  • 113 gr di zucchero 
  • 180 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaio da minestra di sale
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 2 cucchiai d’acqua
Pulite gli spicchi d’aglio e toglieteli l’anima (quella venatura un po’ verdognola all’interno). Pulite i peperoncini e, a secondo di quanto piccante volete la salsa decidete se tenere o meno i semi (io li ho tolti perché non amo il troppo piccante).
Prendete un frullatore e mettete dentro l’aglio, i peperoncini, l’aceto, lo zucchero, l’acqua e il sale. Frullate velocemente. 
Trasferite il tutto in una pentola. Accendete il fuoco e portate ad ebollizione a fuoco medio alto. Fate cuocere circa 5 minuti in modo da far sciogliere bene lo zucchero e iniziare a far addensare.
In un bicchiere mettete l’amido di mais con i due cucchiai di acqua. Mescolate in modo da farlo sciogliere e aggiungetelo alla pentola, abbassate un po’ il fuoco e fate cuocere mecolando per un altro minutino. 
Ecco pronta la vostra salsa Thai Homemade. Io la metto poi in un barattolo chiuso e la conservo in frigorifero per una decina di giorni. Potete usarla per intingere dei fritti o come condimento… ecco qui un’immagine che vi anticipa la ricetta di domani dove userò proprio questa salsa… vi assicuro che è da leccarsi le dita!
Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.