Salmorejo

11/04/2016
________________

Salmorejo

Il gazpacho andaluso
________________

Lo sapevate che ho vissuto in Spagna? Ebbene sì, e per l’esattezza a Barcellona. Ero giovanissima, avevo appena compiuto 20 anni ed era la prima volta che andavo a vivere fuori casa. Sono partita da sola, senza conoscere la lingua e senza essere mai stata in Spagna o a Barcellona prima di allora. Non chiedetemi per quale motivo abbia scelto proprio quella destinazione perché in realtà non lo so nemmeno io. Fatto sta che è successo. Ho scelto la meta, ho trovato lavoro e sono partita.

Ho vissuto lì per 6 mesi e in quel periodo mi sono innamorata piano piano di quella città: dei suoi palazzi, le strade a volte grandi ed imponenti, altre nascoste e silenziose. Ho amato il suo mare e la sua energia, il fatto che pur essendo una grande città riesca lo stesso a rimanere umana e che ci si senta a casa anche se si è lì da poco tempo. Sono stati sei mesi importanti per tanti punti di vista e me li porterò per sempre nel cuore.

In quel periodo guardavo tantissimi film in spagnolo per imparare la lingua e in un certo senso posso dire che uno dei miei insegnanti di spagnolo preferito è stato Pedro Almodovar con i suoi film(non male come insegnante 🙂 ) uno in particolare ho trovato bellissimo ed è “Donne sull’orlo di una crisi di nervi”. Ogni volta che penso a quel film mi viene in mente la scena del gazpacho ed è proprio un tipo di gazpacho la ricetta di oggi.

Il salmorejo è una zuppa fredda tipica della zona di Cordoba in Andalusia a base di pomodori e pane velocissima da preparare e ottima da mangiare per pranzo accompagnata da crostini di pane da intingere dentro. Da brava ricetta spagnola l’aglio è di casa, ma è buonissima se la fate anche senza per renderla un po’ più leggera (cosa che faccio sempre anch’io). Insomma, adesso che i primi caldi si avvicinano, questa è una soluzione ottima, da portarsi dietro anche per la pausa pranzo.

 

salmorejo
salmorejo
salmorejo
salmorejo
salmorejo
salmorejo
salmorejo
salmorejo
Stampa la ricetta Pin it!

Salmorejo

Salva la ricetta
0 da 0 voti
Preparazione 10 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 300 gr pomodori (io ho usato il camone)
  • 50 gr olio extrvergine di oliva
  • 50 gr pane raffermo
  • 1 uovo
  • 10 gr aceto di vino rosso
  • sale
  • pepe nero
  • 4 uova di quaglia (o 2 uova normali)

Procedimento

  • Mettete un pentolino con dell'acqua a bollire sul fuoco. Quando inizia a bollire aggiungete l'uovo e le uova di quaglia e cuocete per 5 minuti.
  • Togliete le uova dal fuoco e fatele raffreddare sotto acqua fredda corrente. Sbucciatele delicatamente.
  • Lavate e tagliate a pezzi i pomodori e metteteli in un mixer. Aggiungete
    il pane, l'olio, l'aceto e metà dell'uovo. Condite con sale e pepe,
    aggiungete i cubetti di ghiaccio (questo farà sì che il composto non si
    scaldi mentre lo state frullando mantenendo il sapore degli ingredienti
    invariato).
  • Assaggiate e regolate di sale e pepe a piacere.
  • In una padella fate rosolate una fetta di jamon serrano con un filo d'olio in modo da renderlo croccante. Asciugate leggermente il grasso in eccesso e tagliatelo a listarelle.
  • Servite in piccole ciotoline con un uovo di quaglia sodo, l'jamon serrano e delle fette di pane da intingere.
Hai provato questa ricetta?Condividi una foto su Instagram, tagga il mio profilo @TheBluebirdKitchen e usa l'hashtag #TheBluebirdKitchen!
Ti è piaciuto questo post? Condividilo
0

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.