Risotto ai broccoli e capesante

L’avete intravista nel mio ultimo video (per chi se lo fosse perso lo trovate cliccando QUI) ecco che adesso è finalmente arrivato il momento di pubblicare la ricetta in questione: risotto ai broccoli e capesante.

Era da un po’ che volevo cucinare le capesante ma per un motivo o per l’altro non avevo mai provato. Poi l’altro giorno sono andata al supermercato, le ho viste e mi sono detta: “questa è la volta buona”, le ho comprate, ho cercato di capire come doverle cucinare e ho deciso di abbinarle al sapore dei broccoli, beh, il risultato è questa nuova ricetta davvero buona.

Il procedimento è semplice (un po’ come la maggior parte delle mie ricette) ma sono sicura che vi farà fare un figurone. La cosa più importante è non cuocere troppo le capesante, altrimenti rischiate che diventino dure, ma una volta avuta quest’accortezza, Il gioco è fatto. Ecco quindi la ricetta passo passo e… Buon lavoro!

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

risotto ai broccoli e capesante

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Risotto ai broccoli e capesante

Tempo di preparazione: 15 mins
Tempo di cottura: 30 mins
Porzioni: 2 persone

Ingredienti

  • 6 capesante
  • 200 gr di riso carnali
  • 1 scalogno (se non l'avete potete usare mezza cipolla rossa)
  • 1 ciuffetto di broccoli
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • qualche rametto di timo
  • 20 gr di burro
  • parmigiano grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento

  1. Mettete a scaldare il brodo vegetale, se non l'avete, al posto di usare quello di dado, usate semplicemente dell'acqua calda.
  2. Lavate e pulite i broccoli in modo da lasciare principalmente le cime ed eliminare la parte dei gambi più dura.
  3. Pulite, lavate e tagliate a dadini piccoli lo scalogno. Mettetelo in una pentola con due cucchiai di olio extravergine di oliva. Fate rosolare a fuoco medio per due minuti.
  4. Aggiungete al soffritto il riso e fatelo tostare per 2 minuti, girando spesso e a fuoco medio basso.
  5. Salate leggermente il riso e sfumate con il vino bianco. Fate evaporare l'alcol e iniziate ad aggiungere piano piano il brodo. Aggiungete a questo punto anche i broccoli, mescolate e portate a cottura il risotto aggiungendo una mestolata per volta il brodo. Aspettate che il riso abbia assorbito tutto il brodo che avete messo prima di aggiungerne dell'altro.
  6. Quando il risotto sarà quasi pronto (all'incirca dopo 15 minuti) pulite le capesante togliendo il corallo. Mettete sul fuoco medio/alto una padella, aggiungete un filo di olio e aggiungete le capesante. Salate e fate cuocere 1 minuto per lato (fate lo stesso anche per il corallo). Spegnete il fuoco e lasciate da parte.
  7. Il risotto a questo unto dovrebbe essere pronto, spegnete il fuoco e mantecatelo con il burro e una grattugiata di parmigiano (non esagerate o il sapore sarà troppo forte, è sufficiente una piccola grattugiata).
  8. Mettete il risotto in una scodella, aggiungete tre capesante al centro insieme al corallo, condite con parte del sughetto di cottura e qualche fogliolina di timo fresco.

Note

Se preferite, potete anche decidere di cuocere al vapore i broccoli per 10 minuti, frullarli con un filo d'olio e del sale e aggiungerli a cottura quasi ultimata al risotto che avrete cotto in bianco. In questo modo il riso avrà una bella cremina verde e non avrete i pezzi grossi del broccolo, sarà un po' più "chic".

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.