Podcast: i miei preferiti e perchè mi piacciono

25/01/2018
________________

Podcast: i miei preferiti e perchè mi piacciono

Foto di copertina by Jason Rosewell presa dall’archivio gratuito Unsplash
________________

Non so voi, ma io non amo subire gli eventi: ascoltare qualcosa che non mi interessa, vedere qualcosa che mi irrita, sprecare in generale il mio tempo. Piuttosto preferisco ascoltare della buona musica, guardarmi attorno, dedicare del tempo per perdermi nei miei pensieri, dormire (il tempo passato a dormire non è mai sprecato, parola di una dormigliona…) … insomma, tutto fuorché essere in balia degli eventi.

Proprio per questo motivo, all’ennesimo viaggio verso casa ad ascoltare programmi radiofonici di cui non mi interessava assolutamente nulla ho pensato di dare una chance ai podcast e da lì, mi si è aperto un mondo estremamente piacevole.

Partiamo dall’inizio, che cosa sono i Podacast? Sono delle registrazioni audio più’ o meno lunghe, parlate, in cui vengono affrontate diverse tematiche. Sono una sorta di YouTube ma fatti di parole e solitamente con uno scopo fortemente informativo e istruttivo. Ce ne sono di tutti i tipi e su tutti gli argomenti che mente umana possa pensare: per imparare le lingue, di attualità, sport, fotografia, storia, e chi più ne ha più’ ne metta.

A me piace ascoltarli in macchina perché oltre a tenermi compagnia, mi fanno imparare cose nuove quotidianamente su temi e argomenti che magari a cose normali non sarei invogliata ad approfondire. Ormai siamo diventati abbastanza settoriali nel nostro sapere e spesso approfondiamo solo i temi che magari ci servono per lavorare o per approfondire una determinata passione. Il poter “uscire dal seminato” ogni tanto sa di boccata d’aria e di curiosità.

Ecco allora i mie 5 podcast preferiti del momento.

Il gorilla ce l'ha piccolo

Io sono sempre stata un’amante della scienza e di tutto ciò che comprende la natura e gli animali. Per cui appena ho letto l’argomento di questo podcast non potrevo che innamorarmene all’istante , soprattutto perchè la scienza rientra indubbiamente in una di quei “rami del sapere” a cui adesso mi avvicino raramente. La descrizione narra:

“Il desiderio sessuale è la forza che guida il comportamento di tutte le creature viventi: parleremo di come fanno sesso, come si corteggiano o si tradiscono e scopriremo che l’evoluzione non seleziona i più adatti a sopravvivere, bensì i più adatti a riprodursi.”

E’ molto interessante perchè raccontato in modo coinvolgente e soprattutto spesso vengono rapportati i comportamenti che avvengono in natura con quello che fa l’uomo, cercando anche di rispondere a domande etiche e morali.

Sono solo 6 episodi ma io l’ho divorato, mi sono subito appassionata e soprattutto… il gorilla ce l’ha davvero piccolo!

Vai al Podcast

Quasidì

Qui giochiamo “in casa”. Questo Podcast è infatti realizzato da Ilenia e Valentina che ho avuto il piacere di conoscere personalmente grazie ad  un progetto che avevamo realizzato insieme qualche tempo fa.

Vengono trattati vari argomenti di attualità, dall’ambiente, ai social, al “body positivity” (in assoluto la mia puntata preferita). La descrizione del loro canale narra:

“Ragazze che ci provano ogni dì e ci riescono quasi dì.  La vita da (quasi) adulti è difficile. Specialmente per quelli che cercano di comportarsi responsabilmente. Abbiamo creato un podcast e una newsletter per parlarne. Il proposito? Convincerti a fare meglio per l’ambiente e la società in cui vivi. Diffondere gentilezza distribuendo anche qualche vaffanculo. “

Sarà per affinità anagrafica (anche se in realtà io sono un po’ piu’ vecchia di loro…) e di pensiero, ma io lo trovo molto interessante. Trovo spesso degli spunti di riflessione e dei punti di vista presi da un’angolazione diversa che mi spingono ad analizzare il problema in un modo nuovo a cui magari non avevo ancora pensato.

Brave ragazze, continuate così.

Vai al Podcast.

Morgana

Questo Podcast non credo abbia bisogno di presentazioni perchè penso lo conosciate già tutti ma non potevo non inserirlo. Vi cito subito la descrizione:

“Morgana è la casa delle donne fuori dagli schemi. Donne controcorrente, strane, pericolose, esagerate, stronze e a modo loro tutte diverse e difficili da collocare. Donne che vogliono piacersi e non compiacervi un po’ fate e molto streghe, belle e terribili insieme.”

Premetto che io ho una predilezione per le biografie di donne forti (i film che trattano questo tema sono tra i miei preferiti), sarà che Michela Murgia le racconta in modo impeccabile ed affascinante, facendoti appassionare ogni volta (ricordate che le storie non basta solo raccontarle, bisogna anche sapere come farlo…) ma io aspetto con ansia la metà del mese per scoprire quale sarà la nuova “Morgana” e quale l’ospite della puntata (a fine episodio c’è sempre un approfondimento di un tema specifico legato alla storia della donna che viene raccontata con una piccola intervista ad un ospite).

Insomma, bello, bellissimo. Da non perdere.

Vai al Podcast

Letters from a hopeful creative

Spostiamoci in Inghilterra adesso per questo Podcast a tema “creatività” e “vita da freelance”… insomma, un tema che a me interessa particolarmente visto il percorso lavorativo che sto intraprendendo.

Questo Podcast è in inglese e le padrone di casa sono Sara Tasker (per gli “instagrammer” Me and Orla), regina delle strategie Instagram e Jen Carrington, consulente e “business coach”. Ogni episodio inizia dalla lettura di una lettera dove viene raccontata una storia e chiesto un consiglio, da “quando capire che è il momento giusto per dedicarsi completamente solo al proprio lavoro creativo” a “come fare a far crescere il proprio business” e tantissimi altri spunti che si rivelano essere molto utili se anche voi vi sentite una “hopeful creative”.

L’inglese di Jen a volte mette un po’ alla prova le nostre competenze linguistiche ma ci pensa Sara a rimettere subito tutto in chiaro. Ascoltare le chiacchiere di queste due ragazze ti fa guardare ad alcuni aspetti del proprio lavoro in modo diverso, professionale e spesso disincantato.
Argomento interessante, accento british, non potrei chiedere mi meglio.

Vai al Podcast

Fottuti geni

Se non l’aveste capito, i Podcast prodotti da storielibere.fm spesso e volentieri sono una buona garanzia di qualità, visto che in questa mia top 5, ben 3 sono prodotti da loro.

Questo è la mia ultima scoperta a tema Podcast, anche qui il tema è biografico, un po’ come per Morgana, ma si parla non di donne bensì di personalità geniali della storia che hanno lasciato un segno indelebile nella nostra civiltà. La descrizione dice:

“Il podcast irriverente ma rispettoso che racconta le grandi figure che hanno cambiato la nostra evoluzione, la storia dei talenti che hanno incontrato l’ambiente culturale perfetto per poter modificare la traiettoria della nostra cultura e della nostra civiltà.”

Il racconto non è coinvolgente tanto quanto se ci fosse lo zampino di Michela Murgia, ma Massimo Temporelli si difende bene. Vengono sfatati un po’ di miti e si cerca di capire un po’ meglio la vita di queste personalità incredibili e come l’ambiente sociale e il periodo storico in cui sono cresciuti e hanno vissuto abbia influenzato ed aiutato la loro genialità.

Vai al Podcast.

Ecco i miei podcast preferiti, sono curiosa di scoprire quali sono i vostri e se anche a voi piace ascoltarli e in quali momenti della giornata.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo
35

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e veggie burger tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.