Pasta sfoglia

Finalmente ce l’ho fatta. Era da un sacco di tempo che volevo cimentarmi in questa preparazione. Non so quante volte ho tenuto il panetto di burro fuori dal frigo dicendo:”lo faccio ammorbidire così preparo la pasta sfoglia” e poi, per un motivo o per l’altro mi ritrovavo sempre a rimandare e a rimettere il suddetto panetto in frigorifero in attesa di un momento migliore.

Questo weekend però ho deciso che era arrivato il momento, finalmente avrei preparato per la prima volta la pasta sfoglia e, udite udite, è venuta una bomba!
La dose di questa ricetta è sufficiente per due torte salate, per cui arrivata all’ultimo giro di stesura, l’ho tagliata e metà l’ho messa in freezer e l’ho surgelata, così che sia pronta per la prossima volta che vorrò usarla.

Non è difficile da preparare, bisogna solo avere qualche accortezza e soprattutto, tempo! Tra una piega e l’altra bisogna farla riposare in frigorifero per una ventina di minuti, insomma, in totale ci vogliono all’incirca un paio d’ore ma… ne vale la pena!

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

pasta sfoglia

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Pasta sfoglia

Tempo di preparazione: 2 ore
Porzioni: 650 gr

Ingredienti

  • 245 gr di farina 00
  • 40 gr di burro freddo
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 130 ml di acqua fredda
  • 210 gr di burro a temperatura ambiente

Procedimento:

  1. In una ciotola capiente mettete la farina, il sale e il burro freddo a pezzetti.
  2. Lavorate rapidamente il burro con le dita e la farina in modo da "sbriciolarlo".
  3. Aggiungete al centro della farina l'acqua fredda e amalgamate gli ingredienti prima con una spatola e poi con le mani in modo da ottenere una palla di impasto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per 35 minuti.
  4. Togliete l'impasto dal frigorifero e trasferitelo su un piano di lavoro infarinato. Incidete con un coltello una croce al centro del panetto e con le mani aprite i lembi della croce.
  5. Adagiate al centro il burro a temperatura ambiente e ricopritelo completamente con i lembi dell'impasto. Il burro non deve essere ne troppo morbido (uscirebbe dall'impasto) ne troppo duro (sarebbe difficile da lavorare). Nel primo caso, prima di proseguire rimettete l'impasto in frigorifero per una ventina di minuti, nel secondo lasciatelo riposare a temperatura ambiente ancora per qualche minuto.
  6. Stendete l'impasto usando un matterello in modo da ottenere una lingua abbastanza squadrata e precisa lunga circa tre volte l'impasto di partenza. Ripiegate un terzo del lembo inferiore verso il centro e un terzo del lembo superiore sopra l'altro. Ruotate l'impasto di 90 gradi e stendetelo nuovamente in modo da ottenere una lingua lunga tre volte quella di partenza. Ripiegate ancora i lembi come in precedenza, avvolgete l'impasto nella pellicola e fate riposare 20 minuti in frigorifero.
  7. Togliete l'impasto dal frigorifero e stendetelo avendo la parte dei lembi che si sovrappongono rivolta verso di voi. Quando diventa lunga tre volte l'impasto iniziale, ripiegate i lembi, girate l'impasto di 90 gradi e stendetelo nuovamente. Ripiegate e mettetelo a riposare in frigorifero altri 20 minuti.
  8. Ripetete la procedura di stesura e piegatura per un'altra volta. A questo punto se volete potete surgelare l'impasto oppure stenderlo definitivamente per la preparazione desiderata (come per esempio una torta salata). Fate riposare l'impasto steso e pronto per una mezz'ora prima di farcirlo a piacere e cuocerlo.

Note

Aggiungete farina a sufficienza sia sul banco di lavoro che sul matterello tra un passaggio e l'altro in modo che l'impasto non si attacchi.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.