Comfort food: Panzerotti

16/06/2016

Parliamoci chiaro, ci sono dei giorni/momenti/periodi in cui si ha proprio il desiderio ed il bisogno di un caldo abbraccio da parte del nostro amico comfort food. Io penso di avere un alimentazione piuttosto equilibrata: mangio tantissime verdure, legumi, cereali, uso pochi grassi, non mangio praticamente cibi industriali e i dolci solo a colazione (guai a chi mi toglie la mia brioche del weekend) ma a volte ho proprio bisogno di lanciarmi in una pentola di olio bollente e friggere tutto ciò che ho attorno.
In questi casi, i panzerotti sono quasi sempre la risposta alla mia sete di fritto.

Si possono fare ripieni di qualunque cosa: pomodoro e mozzarella, verdure, acciughe, prosciutto… insomma, le combinazioni possono essere le più disparate, ma qualunque scegliate sarà comunque dannatamente buona.
Va bene che si dice che fritto è buono tutto, anche una ciabatta, ma ci sono cose che fritte sono ancora più buone e la pasta della pizza è senza ombra di dubbio una di queste.

Potete decidere di prepararla voi (in tal caso trovate cliccando qui la ricetta che uso solitamente io), oppure comprarla già pronta dal panettiere o al supermercato.

 

panzerotti

Ingredienti

  • 500 gr di pasta per la pizza
  • 100 gr di passata di pomodoro
  • basilico fresco
  • 150 gr di mozzarella (per la pizza)
  • 1 zucchina piccola
  • 50 gr di feta
  • 1/2 melanzana piccola
  • qualche fogliolina di menta
  • 1 l di olio di semi di arachide
  • sale
panzerotti
panzerotti
panzerotti

Procedimento

Quando preparo i panzerotti a me piace farli piccoli e di tanti gusti differenti, in questo modo c’è l’effetto sorpresa quando si mangiano. Per prima cosa bisogna quindi preparare la pasta della pizza (nel caso facciate voi anche quella), le melanzane e le zucchine che poi metterò nel ripieno.

Le prime, una volta tagliate a cubetti le metterò a rosolare con un filo di olio extravergine di oliva per 5 minuti. Salate e aggiungete del basilico fresco.

Le zucchine invece le cuocio anch’esse a cubetti in olio extravergine di oliva, le salo e alla fine aggiungo qualche fogliolina di menta fresca.

panzerotti

Per preparare i panzerotti stendo l’impasto (deve essere sottile circa 3 mm, in questo modo rimarrà leggero e non si romperà durante la cottura), ricavando dei cerchi di circa 10 cm di diametro e inizio a farcirli, i gusti che ho scelto di preparare sono:

mozzarella a cubetti, basilico fresco e passata di pomodoro (conditela leggermente con un pizzico di sale e olio extravergine di oliva)

melanzane, basilico fresco, passata di pomodoro

zucchine, feta sbriciolata e qualche fogliolina di menta

panzerotti
panzerotti

Tips

Qualche consiglio per una frittura perfetta:

Usate l’olio di semi di arachide, ha un punto di fumo molto alto per cui è adatto per le fritture prolungate senza diventare dannoso

Non lesinate con l’olio, la frittura deve essere “ad immersione

L’olio deve essere molto caldo: in questo modo si formerà subito una crosticina esterna e quindi i vostri panzerotti risulteranno leggero e croccante

Visto che dovrete friggere per lungo tempo, mettete una pallina di impasto nell’olio, in questo modo l’olio impiegherà più tempo a raggiungere la temperatura di fumo (superata la quale diventa dannoso per l’organismo)

Richiudete i vostri cerchi aiutandovi con una forchetta in modo da sigillare bene i bordi ed evitare che il ripieno fuoriesca e friggete ciascun panzerotto per circa 5 minuti, fintanto che non sarà bello dorato.

Scolateli e salateli poco prima di servire.

Non c’è comfort food migliore e per una sera, mangiateli senza rimpianti e sensi di colpa perché ogni tanto fanno bene allo spirito e al corpo.

panzerotti

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.