Menu' di Pasqua

10/04/2017
________________

Menu’ di Pasqua

Qualche ricetta da poter usrae per il vostro pranzo di Pasqua
________________

E anche quest’anno la Pasqua è arrivata, siamo tutti pronti ad essere travolti da una valanga di uova di cioccolato e stiamo inziando a pensare a cosa fare per il tradizionale lunedì di Pasquetta (che non so da voi, ma qui nella mia zona è molto piu’ sentito della Pasqua vera e propria). Anche quest’anno ho pensato di proporvi una mia opzione di menu’ (quello dell’anno scorso lo trovate qui) con qualche ricettina da poter preparare per il pranzo di domenica.

Ormai se mi seguite da un po’ sapete che non amo i pranzi pantagruelici, e soprattutto gli eccessi, però non disdegno assaporare piu’ portate, bevendo un buon bicchiere di vino in ottima compagnia. Fatta questa premessa siete pronti a scoprire che cosa ho pensato per questa giornata?

L'Aperitivo

A me piace iniziare un pasto partendo proprio da un bell’aperitivo. Questo perchè secondo me aiuta a rilassarsi e ad entrare nel mood giusto per affrontare in serenità e allegria il pranzo. Si inizia a mangiare qualcosina qua e là, magari si beve un bel bicchiere di prosecco, si sta in piedi e si inizia a chicchierare mentre si finiscono di preparare le ultime cose. E’ una situazione piu’ infomale del momento in cui ci si siede a tavola ed è un buon “riscaldamento” per lo stomaco e le papille gustative.

Io preferisco proporre cose leggere e non troppo abbondanti (a meno che non decida di  eliminare il secondo e allora in quel caso abbondo un po’ di piu’) e mi piace creare un bel tagliere che le raccolga tutte.
In questo caso ho optato per delle tartine di broccoli con stracciatella e acciuga, delle olive verdi (una delle mie grandi passioni) e del parmigiano reggiano.

menù pasqua

Il Primo

Entriamo ora nel vivo del pranzo e passiamo al primo. Innanzitutto c’è una cosa che non può mancare in un menu’ pasquale e sono le uova. Sono un po’ il simbolo della Pasqua (a tutti i nostri pranzi di famiglia bisognava mangiare un pezzettino di uovo sodo benedetto) e quindi ho pensato di usarli subito per il primo preparando la vellutata di asparagi con tuorlo d’uovo fritto.

In questo periodo non si trovano ancora gli asparargi bianchi che però potete tranquillamente sostituire con quelli normali (il sapore è un po’ piu’ intenso ma il risultato finale è ugualmente buono). E’ una ricetta di base semplice ma che lascerà sicuramente tutti a bocca aperta.

Siccome per questa ricetta dovrete usare solo il tuorlo dell’uovo, vi consiglio di tenere da parte gli albumi che verranno usati poi per il dolce.

Il Secondo

Per il secondo ho pensato di preparare dei fagottini di pasta sfoglia ripieni di carciofi, caprino e ricotta, accompagnati da delle cipolle rosse stufate con timo. Rimangono molto gustosi e sono belli da presentare come delle piccole monodosi. Potete servirli accompganati da una bella insalata oppure da un mix di verdure al forno con aglio ed erbe aromatiche (carote, barbabietola, finocchi e patate). E’ un secondo semplice ma davvero gustoso e poi sapete quanto io ami le monodosi quando si tratta di pranzi o cene :-).

menù pasqua

Il Dolce

Adesso siamo arrivati al momento del dolce. Beh, la colomba è d’obbligo ma se volete dare anche un’alternativa potete usare gli albumi avanzati per il primo per preparare delle mini pavlove con panna montata e fragole. Potete tranquillamente farle anche il giorno prima perchè i tuorli per il rpimo vanno congelati e quindi potete usare gli albumi per preparare le vostre meringhe che sono semplici da preparare ma che hanno bisogno di tempo per la cottura e soprattutto per raffreddarsi nel modo giusto.

La Tavola

Beh, che dire della tavola: deve essere un’esplosione di colore e un’ode alla primavera. Sapete quanto io ami riutilizzare bottigliette dei suchi e barattoli perchè trovo che siano sempre perfetti da utilizzare quando bisogna fare qualche allestimento, danno subito un tocco in stile un po’ “coutry chic” che a me piace molto e si sposano perfettamente con i fiori primaverili.

Io ho usato ranucoli, tulipani e bocche di leone, ma trovate tutto nel video qui sotto.

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare una di queste ricette… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Menu' di Pasqua

Persone: 6 persone

Ingredienti

  • Per l'aperitivo:
  • Parmigiano reggiano
  • 400 gr di broccoli puliti
  • 80 gr di farina di mandorle
  • 3 uova
  • 300 gr di stracciatella
  • 12 acciughe sott'olio
  • olive verdi
  • Per il primo:
  • 800 gr di asparagi
  • 1 cipolla
  • 1 patata grande
  • 600 ml circa di brodo vegetale
  • 6 tuorli
  • pan grattato
  • olio di semi di arachide
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • Per il secondo:
  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
  • 10 carciofi moretto o con le spine
  • 160 gr di caprino di latte vaccino
  • 200 gr di ricotta
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • 4 cipolle rosse
  • timo fresco
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • insalata o verdure miste da cuocere al forno
  • Per il dolce:
  • 6 albumi
  • 150 gr di zucchero
  • 12 fragole
  • 200 ml di panna da montare
  • zucchero a velo
  • qualche fogliolina di menta fresca

Procedimento:

  1. Se volete potete preparare il dolce e i tuorli il giorno prima: separate i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi a temperatura ambiente a neve aggiungendo piano lo zucchero. Montateli per circa 3/4 minuti. Capirete che sono pronti quando prendendo il composto tra due dita non sentirete piu' i grumi dello zucchero. Accendete il forno statico a 120°C e create dei dischi con gli albumi montati sopra ad un foglio di carta forno. Create qualche disco un po' piu' grande (sarà la base) e altri piu' piccoli (saranno i "cappucci"). Mettete a cuocere in forno per circa 1 ora, poi spengnete il forno e lasciate raffreddare le meringhe all'interno. In questo modo non si creperanno. Per quanto riguarda i tuorli invece metteteli dentro a dei pirottini con all'interno del pan grattato, ricopriteli interamente e metteteli in freezer.
  2. Per le tartine di broccoli: in un frullatore mettete i broccoli puliti, lavati ed asciugati e riduceteli ad una granella. Spostate il tutto in una ciotola e aggiungete la farina di mandorle e le uova. Condite con sale e pepe e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Trasferite il composto in una teglia rivestita di carta forno, schiacciatelo in modo da ottenere una superficie compatta ed uniforme dello spessore di circa 5 mm. Mettete a cuocere in forno caldo a 190°C per 30 minuti. Togliete dal forno e fate raffreddare. Tagliate il finto pane di broccoli in triangolini o quadratini e disponeteci sopra la stracciatella e mezzo filetto di acciuga. Disponete dei pezzettini di parmigiano su un tagliere insieme ad una ciotolina con le olive e l'aperitivo è pronto.
  3. Per il primo: I tuorli devono stare in freezer nel pangrattato almeno 45 minuti, quindi regolatevi voi di conseguenza. Mettete a scaldare il brodo (preparatene almeno 1 litro per essere sicuri che vi basti). Preparate un soffrito con olio e cipolla e fate andare a fuoco medio basso per un paio di minuti girando spesso. Pulite e lavate gli asparagi eliminando la parte finale piu' fibrosa del gambo e tagliateli a pezzetti. Sbucciate e lavate la patata e tagliatela a dadini. Aggiungeteli alla cipolla. Fate insaporire un minuto, salate e ricoprite con il brodo. Mettetene tanto quanto ve ne serve per ricoprire leggermente gli asparagi. Nel caso sarete sempre in tempo ad aggiungere liquido. Fate cuocere 15 minuti a fuoco medio/dolce. Quando le patate saranno morbide, frullate il tutto in modo da ottenere una crema. Assaggiate e regolate di sale. Nel frattempo portate a temperatura una pentola con abbondante olio di semi d'arachide, prendete i tuorli, eliminate il pan grattao in eccesso ed immergeteli delicatamente dell'olio bollente. Friggete per un minuto e scolateli. Assemblate il piatto mettendo al centro di ogni scodella con la vellutata un tuorlo fritto con un pizzico di sale e pepe.
  4. Per il secondo: accendete il forno a 180°C. Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne ed eliminando parte del gambo. Tagliategli la testa e metteteli a mollo in acqua e il succo di mezzo limone in modo che non si ossidino. Tagliateli a fettine sottili e fateli andare in padella con un filo d'olio per un paio di minuti, a fuoco medio girando spesso. Aggiungete mezzo bicchiere d'acqua e fate cuocere a fuoco dolce per altri 8 minuti. Salate, togliete dal fuoco e fate intiepidire. In una ciotola mischiate la ricotta col caprino e il parmigiano grattugiato. Aggiungete i carciofi e mescolate in modo da ottenere un unico composto. Dividete ciascun rotolo di pasta sfoglia in 4 rettangoli e foderate ciascun foro di una teglia per muffin con un rettangolo. Mettete il ripieno e chiudete ogni fagottino. Fate cuocere in forno caldo per circa 20 minuti (fintanto che la sfoglia non si sarà dorata). Nel frattempo pulite le cipolle e tagliatele a fettine sottili. Mettetele a stufare in una pentola con un filo d'olio. Fate cuocere a fuoco medio dolce per un paio di minuti grando spesso. Aggiungete quattro cucchiai d'acqua, un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di zucchero, qualche fogliolina di timo fresco e fate andare a fuoco dolce fintanto che il liquido non si sarà ritirato e le cipolle non saranno morbide. Assaggiate, regolate di sale e mettete da parte.
  5. Per il dolce: pulite e tagliate a pezzettini le fragole. Montate la panna montata insieme ad un cucchiaio di zucchero a velo e mettetene una cucchiaiata sui dischi di meringa piu' grandi. Aggiungete le fragole e qulche fogliolina di mente, ancora un pochino di panna e ricoprite con il disco piu' piccolo. Spolverate il tutto con dello zucchero a velo e servite.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.