Menù per una Cena di Natale tra amici… senza glutine

Era da un po’ che stavo pensando di postare un menù di Natale ma mi trovavo un po’ in difficoltà perché secondo me il cenone, o pranzo di Natale che sia, è il trionfo della tradizione. In ogni famiglia che si rispetti c’è un menù che si tramanda di generazione in generazione: quelle classiche pietanze che sono una certezza e che si mangiano solo in quella occasione.
Per questo motivo ho deciso di proporvi un menù un po’ più “casual”, veloce e semplice da preparare, magari per una cena in formale tra amici, quando ci si incontra per scambiarci gli auguri tra una chiacchiera, un bicchiere di vino e una buona cenetta. Ecco allora il mio menù per una cena di Natale tra amici… senza glutine. Ebbene sì, senza glutine perché tra gli amici in questione c’è una persona celiaca e quindi il menù è stato adattato alle sue esigenze, senza però togliere assolutamente nulla al gusto e alla resa finale.

menù per una cena di natale tra amici... senza glutine

Il menù è composto da quattro portate:

Antipasto: lasagna di polenta con funghi e fontina

Primo: risotto con burrata, acciughe e pomodori secchi

Secondo: involtini di sardine con citronette e patate lesse

Dolce: zuppa inglese di panettone

Ma partiamo con ordine. Per l’antipasto ho unito due delle mie ultime ricette, la crema di mais con funghi, speck e fontina e la lasagna di polenta con cime di rapa e salsiccia. Ho preso l’idea della lasagna, ma il condimento della crema (senza lo speck per renderla leggermente piu’ leggera e delicata).

lasagna di polenta croccante, salsiccia e cime di rapa

lasagna di polenta croccante, salsiccia e cime di rapa

lasagna di polenta croccante, salsiccia e cime di rapa

Per il primo ho optato per un bel risotto. Ho pensato che essendo una cena composta da parecchie portate, una pausa tra l’antipasto e il primo ci poteva stare, considerando anche il fatto che è comunque bello chiacchierare attorno al tavolo sorseggiando un buon bicchiere di vino. Ecco quindi che tra una chiacchiera e l’altra il nostro risotto prende vita.

risotto acciughe, pomodori secchi e burrata

risotto acciughe, pomodori secchi e burrata

risotto acciughe, pomodori secchi e burrata

Per il secondo ho deciso di fare questi involtini, semplici buoni e saporiti. Abbastanza leggeri in modo da lasciare un piccolo spazio nello stomaco per il dolce.
Per il problema glutine, ho dovuto fare delle piccole modifiche alle ricette solo per il secondo e il dolce, infatti originariamente la panatura dei filetti di sardine era con del pan grattato normale che ho sostituito con la versione senza glutine che ho acquistato al supermercato.
Mentre per quanto riguarda il dolce, ho comprato un panettone senza glutine (tra l’altro decisamente buono) e alla crema, invece della farina ho aggiunto 15 gr di amido di mais leggermente sciolto in un goccio di latte.

menù per una cena di natale tra amici... senza glutine

zuppa inglese di panettone

zuppa inglese di panettone

zuppa inglese di panettone

zuppa inglese di panettone

Per la tavola ho comprato dal mio fioraio di fiducia un bellissimo centrotavola a cui ho aggiunto una candela al centro e ho usato dei piccoli rametti di abete chiusi con un fiocchetto per il portatovaglioli. Lucine e candele ovunque e l’atmosfera natalizia è stata subito ricreata.

_MG_8730 copia

menù per una cena di natale tra amici... senza glutine

Il menù ha avuto molto successo ed è stato un degno accompagnatore dei racconti, le risate e gli auguri per questa cena tra amici in versione natalizia.
Tempo di preparazione totale, un paio d’ore.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Menù per una Cena di Natale tra amici... senza glutine

Tempo di preparazione: 2 h e 30 mins
Persone: 4

Ingredienti

  • 300 gr di farina di mais per polenta
  • 250 gr di funghi pioppini
  • 150 gr di fontina
  • 2 spicchi d'aglio
  • 350 gr di riso carnaroli
  • 1 scalogno
  • 1,5 l di brodo vegetale
  • 8 filetti di acciuga in olio extravergine di oliva
  • 200 gr di ripieno di burrata
  • 5 pomodori secchi
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 4 filetti di sardina
  • 10 olive nere denocciolate
  • 6/7 capperi
  • 1 limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • pan grattato (senza glutine)
  • 4 patate medie
  • 1/4 di panettone senza glutine
  • 4 tuorli
  • 650 ml di latte
  • 100 gr di zucchero
  • 15 gr di amido di mais
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • qualche goccia di cioccolato
  • qualche goccia di cioccolato
  • Grand Marnier
  • sale e olio extravergine di oliva q.b.

Procedimento

  1. Per prima cosa partiamo preparando il dolce. Facciamo la crema mettendo ad intiepidire 600 ml di latte, sbattiamo i tuorli con lo zucchero e aggiungiamo il latte. Facciamo cuocere a fuoco medio mescolando spesso. In una ciotola sciogliamo l'amido di mais insieme ad un goccio di latte e aggiungiamolo alla crema. Facciamo addensare leggermente (di solito è sufficiente far spiccare il bollore) e mettiamo da parte. Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato insieme al latte rimasto e assembliamo la zuppa inglese alternato a strati una fettina di panettone imbevuta leggermente nel Grand Marnier, la crema, il cioccolato fuso e qualche goccia di cioccolato. Mettete a riposare in frigorifero.
  2. A questo punto prepariamo la polenta. Io ho fatto quella istantanea che in 8 minuti è pronta. Seguite le dosi e le istruzioni riportate sulla confezione e una volta pronta versatela in una teglia da plum cake leggermente unta e lasciate riposare. Siccome la polenta piu' è fredda e piu' avrete facilità a tagliarla, vi consiglio di lasciarla riposare fuori, sul balcone o sul davanzale della finestra.
  3. Pulite i funghetti e cuoceteli in una padella con un filo di olio e due spicchi d'aglio schiacciati per circa 10 minuti a fuoco medio. Salando e girando di tanto in tanto. Togliete dal fuoco e mettete da parte.
  4. Pulite e lavate le patate, tagliatele a fettine di circa 5 mm di spessore e mettete a cuocerle a vapore per circa 20 minuti. Una volta cotte, mettetele in un piatto e conditele con sale e un filo di olio extravergine di oliva (in questo modo non si attaccheranno).
  5. Preparate gli involtini di sardine preparando un trito di prezzemolo e pan grattato da una parte e uno di olive nere, capperi e scorza di limone grattugiata dall'altra. Passate i filetti prima nel pan grattato su entrambi i lati, riempiteli con il battuto di capperi e olive e arrotolateli. Adagiateli in una teglia da forno con un filo di olio. Salate leggermente in superficie, condite con un filo d'olio e lasciate da parte (verranno cotti in forno mentre mangerete il primo).
  6. Iniziate a portarvi avanti con il risotto mettendo a scaldare il brodo e preparando in una pentola già il soffritto di scalogno, un filo di olio extravergine di oliva e 4 filetti di acciuga spezzettati con le mani.
  7. Accendete il forno a 190 °C. Sformate la polenta e tagliatela a fettine sottili (circa 4 mm), ve ne serviranno 8. Fatele dorare in una padella (io ho usato la stessa in cui ho cotto i funghi) con un filo d'olio, a fuoco alto, 2 minuti per lato. Tagliate 8 fettine sottili di fontina. Salate leggermente la polenta e disponete 4 fette su una teglia da forno con della carta forno. Adagiateci sopra dei funghetti, una fettina di fontina, un'altra fetta di polenta, degli altri funghetti e un'altra fettina di fontina. Lasciate la teglia da parte, la infornerete nonappena arriveranno gli ospiti.
  8. E' tutto pronto. Appena arriveranno i vostro ospiti infornate le lasagnette di polenta e cuocete per 10 minuti (giusto il tempo per far sciogliere la fontina). Mettete ogni porzione in un piatto e servite.
  9. Appena avrete finito l'antipasto, preparate il risotto (questo va fatto per forza espresso) ma quando si hanno amici a cena, è bello prendersi tutto il tempo necessario, magari facendo due chiacchiere nel frattempo e bevendo un buon bicchiere di vino. Fate partire il soffritto che avevate già preparato e fatelo rosolare per circa 5 minuti a fuoco lento. Alzate il fuoco e aggiungete il riso. Fatelo tostare per bene, girando spesso per un paio di minuti. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Fate evaporare l'alcool e iniziate a portare a cottura il riso aggiungendo poco per volta il brodo. Ci vorrà all'incirca 15/20 minuti. Quando il riso è pronto, togliete dal fuoco, aggiungere la burrata e lasciate riposare 2 minuti. Nel frattempo tagliate a fettine i pomodori secchi. Girate bene il riso e servite nelle scodelle. Decorate con dei pomodori secchi e un filetto di acciuga.
  10. Mentre servite il risotto infornate le sardine e fate cuocere per 20 minuti. Quando saranno pronte, servite con le patate lesse e condite con una citronette fatta con olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e il succo di mezzo limone.
  11. La vostra cena è pronta, godetevela e divertitevi coi vostri amici. Buon Natale.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.