Lenticchie in umido

01/02/2019
________________

Lenticchie in umido

Il piatto più cucinato nella mia cucina
________________

Questo piatto lo preparo almeno una volta alla settimana. Ormai è diventata una specie di preparazione base da cui poi ricavo altri piatti che si rivelano essere piuttosto pratici per la gestione dei menù settimanali: le uso per condire il riso o la pasta, le allungo con del brodo vegetale e aggiungo qualche altra verdura per trasformarle in una zuppa, le mangio così come sono… insomma, se non l’aveste ancora capito, le lenticchie in umido sono il piatto must della mia cucina.

I motivi sono molteplici. Innanzitutto, non mangiando carne, cerco di consumare spesso legumi come fonte di proteine alternativa, in secondo luogo la comodità delle lenticchie è che non c’è bisogno di ammollarle prima (io uso quelle di Castelluccio di Norcia che sono piccoline e cuociono in 40/45 minuti) e quindi, anche se ti dimentichi di farlo, riesci a tirar fuori ugualmente una cena senza problemi, ma soprattutto… mi piacciono davvero tanto.

Io le preparo in un modo abbastanza classico (le faccio come le ha sempre cucinate mia mamma), faccio un soffritto tradizionale (per fare prima metto tutto nel frullatore così non devo nemmeno tagliarle, ci pensa direttamente lui a fare il “lavoro sporco”) aggiungo delle foglie di alloro (quando non ho quello fresco uso quello essiccato) e delle bacche di ginepro schiacciate.

Il soffritto lo salo sempre leggermente e lo allungo con un goccio di acqua calda dopo circa un paio di minuti che sta andando, in questo modo le verdure iniziano a buttare fuori tutti i succhi, si crea una base molto saporita e non c’è quindi bisogno di aggiungere del brodo, è sufficiente usare dell’acqua calda. A questo punto tocca alle lenticchie , la polpa di pomodoro (o i pelati, dipende da quello che ho in casa) acqua bollente e porto a cottura.

Come già anticipato prima, ogni volta che le preparo, abbondo e poi le conservo in frigorifero in modo da usarle anche nei giorni successivi per preparare altri piatti interessanti.

Ecco quindi la mia ricetta delle lenticchie in umido.

FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido_ingredienti
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido_soffritto
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido_bacche di ginepro
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido_base
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido-2
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido-4
FGiovannini_The Bluebird Kitchen_lenticchie in umido
Stampa la ricetta Pin it!

Lenticchie in umido

Salva la ricetta
5 da 5 voti
Preparazione 10 minuti
Cottura 45 minuti
Tempo totale 55 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 1 cipolla (media)
  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 8 bacche di ginepro
  • 5 foglie di alloro fresco
  • 300 gr lenticchie di Castelluccio di Norcia
  • 300 ml polpa di pomodoro
  • 300 ml acqua bollente
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento

  • Mettete a scaldare l'acqua (abbondate, io inizio ad aggiungerne poca e poi, in base alla cottura, correggo il quantitativo). Pulite e lavate la cipolla, il sedano e le carote (non buttate le foglie del sedano perchè sono perfette per essere usate per fare il brodo). Tagliatele a dadini e fate soffriggere in una pentola con un filo d'olio, le foglie di alloro e le bacche di ginepro schiacciate. Salate leggermente e fate andare per circa 5 minuti a fuoco medio. Dopo circa 2 minuti, aggiungete un goccio di acqua calda

  • Aggiungete quindi le lenticchie, la polpa di pomodoro, salate leggermente, mescolate e fate insaporire per 2 minuti. Aggiungete l'acqua bollente, coprite e fate cuocere a fuoco dolce per circa 45 minuti, mescolando di tanto in tanto e, se necessario, aggiungete dell'altra acqua bollente.
  • Quando mancano circa 10 minuti, assaggiate, regolate di sale e finite la cottura. Potete mangiarlo direttamente così, oppure usarle per condire della pasta o del riso bollito.
Hai provato questa ricetta?Condividi una foto su Instagram, tagga il mio profilo @TheBluebirdKitchen e usa l'hashtag #TheBluebirdKitchen!
Ti è piaciuto questo post? Condividilo
27

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.