Le mie spezie preferite e come le uso

17/10/2017
________________

Le mie spezie preferite e come le uso

Qualche consiglio per iniziare ad usare le spezie per dare piu’ sapore ai piatti
________________

Dopo il grande successo della ricetta dei ceci al curry (posso ancora sentire i profumi uscire dalle vostre cucine) oggi vi parlo un po’ di spezie, o meglio, di quelle che uso piu’ frequentemente e come le uso. Devo ammettere che io sono una neofita dell’argomento perchè ho iniziato a sperimentare un po’ di piu’ solo recentemente, però trovo che sia interessante saperele usare perchè spesso riescono a dare un tocco in piu’ a delle pietanze che altrimenti potrebbero risultare un po’ piatte e anonime. Inoltre sono perfette per chi è a dieta o deve seguire un regime alimentare povero di grassi e sale perchè in un attimo si riesce a dare sapore senza dover ricorrere ad altri tipi di condimenti.

Come per ogni cosa, anche quando si tratta di spezie, io prediligo la moderazione, perchè se usate indiscriminatamente per tutto, invece di esaltare i sapori degli alimenti, trovo che li appiattiscano (se usiamo il curry dappertutto, ci sembrerà di mangiare sempre la stessa cosa).

Le spezie vengono usate da sempre, alcune per le loro proprietà, altre per il sapore, altre ancora vengono arricchite da una sorta di “aura magica“, considerate a volte afrodisiache, a volte magiche.

Curiose di sapere quali sono le mie spezie preferite?

Paprika (dolce o forte)

Iniziamo subito con la paprika, sia quella dolce che quella forte (leggermente piccante). Si ottiene dal peperoncino a cui vengono eliminate le parti interne bianche e i semi dove è presente la maggior concentrazione di capsaicina (la sostanza che lo rende piccante), fatto essiccare e poi ridotto in polvere. E’ una spezia tipica dell’Ungheria e infatti si trova in molte loro preparazioni.

Ha un sapore leggermente amarognolo e io amo molto usarla con le verdure al forno, soprattutto patate, carote, cavolfiore o zucca perchè il suo sapore leggermente amaro si sposa molto bene con il lato un po’ piu’ dolce della verdura.

Mi piace usarla anche nelle chips di pane pita, soprattutto quando le uso per accompagnare l’hummus (sia di ceci che di lupini). Ultimamente uso piu’ frequentemente quella forte perchè trovo che abbia quel grado di piccantezza appena accennato, perfetto per i sapori delicati.

Coriandolo e cumino

Sono due spezie diverse ma che uso piu’ o meno per le stesse preparazioni e spesso insieme, ecco perchè le trovate che “vanno a braccetto”. Il coriandolo in polvere ha delle note leggermente agrumate ed particolarmente indicato per contrastare i gonfiori addominali, mentre il cumino ha poteri disintossicanti e aiuta la digestione, ecco perchè entrambi le uso  abbinate ai legumi che spesso non sono facilmente digeribile e provocano un fastidioso gonfiore.

Oltre ad aricchire il sapore hanno anche dei benefici pratici e non possono assoluatmente mancare quando preparo i falafel o l’hummus.

spezie
spezie

Cardamomo

spezie

E’ una delle spezie piu’ costose al mondo insieme allo zafferano e veniva usata in età antica per creare profumi ed unguenti proprio per le sue note delicate. Viene anche considerata una spezia afrodisiaca e la leggenda vuole che i suoi semi siano talmente delicati da poter essere raccolti solo dalle mani delicate di giovani donne vergini.

Chiaramente oggi non è piu’ così ma rimane ugualmente una spezia molto interessante.

Le sue note dolci, vagamente agrumate e molto aromatiche si sposano benissimo con i dolci e soprattutto con il cioccolato. Viene usato anche per delle bevande come il tè chai o per creare delle caramelline in quanto pulisce la bocca e aiuta a combattere l’alito pesante (spesso nei ristoranti indiani si trovano degli zuccherini con all’interno i semi di cardamomo da consumare a fine cena).

Provate ad aggiungerlo alla vostra torta al cioccolato preferita e non potrete piu’ tornare indietro.

Sale alla vaniglia

La vaniglia sappiamo tutti che cos’è e spesso la usiamo per preparare i dolci. Però magari non tutti sanno che la vaniglia è un tipo di orchidea originaria del Messico. I semi contenuti nei suoi baccelli sono ottimi per aromatizzare in modo naturale creme o preparazioni dolci. Io una volta usati tutti i semi contenuti nel baccello tendo a tenerlo per usarlo poi in infusione quando devo preprarare delle creme, il sentore di vaniglia sarà piu’ delicato rispetto all’utilizzo dei semi stessi, ma si potrà ugualmente sentire.

Miraccomando, cercate di non usare la vanillina in polvere che invece è un aroma creato artificilamente. Se volete dare un sentore vanigliato alle vostre preparazioni usate i semi di vaniglia o l’estratto di vaniglia naturale.

Quello che però uso piu’ spesso è il sale alla vaniglia. Si trova in commercio già pronto (se volete potete cimentarvi anche voi nella preparazione mettendo in un barattolo sale marino integrale e semi di vaniglia. Io purtroppo non sono ancora riuscita a trovare il giusto bilanciamento dei sapori). Lo amo mettere sui finocchi al forno (col retrogusto di liquirizia del finocchio ci sta molto bene) e sul pesce, sia quello a carni bianche come brazino e orata, sia sulla tartare di salmone (il modo che peferisco).

Provare per credere.

Queste sono le spezie che uso io piu’ frequentemente, sull’argomento si potrebbe parlare per ore, non ho infatti citato spezie piu’ comuni come la cannella per i dolci o i semi di garofano che amo mettere nel brodo vegetale.

Le spezie e i mix di spezie sono migliaia, ognuno interessante a suo modo e ognuno con una storia che ci racconta qualcosa del luogo da cui proviene. Io ho iniziato da poco il mio “viaggio” alla scoperta di questo mondo e mi piacerebbe sapere quali sono quelle che invece usate voi piu’ spesso.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.