"La cena in terrazza" volume 1

20/06/2017
________________

“La cena in terrazza” volume 1

Cronaca della prima cena in terrazza
________________

E finalmente è successo, ciò che avevo immaginato e sognato da tempo si è finalmente concretizzato, la prima cena in terrazza ha avuto luogo sabato sera ed è stato meraviglioso. E’ stato davvero incredibile poter preparare la cena per alcune di voi, apparecchiare la tavola, pensare ad ogni dettaglio per poter regalare una serata speciale a chi ha deciso di venire.

Ci ho riflettuto molto e alla fine sono giunta alla conclusione che questo è quello che amo fare ed è il mio obiettivo primario. Io non sono una da eventi patinati, da serate nei posti giusti per fare il cosiddetto “networking”, io non sono adatta a queste cose, mi sento un pesce fuor d’acqua, completamente fuori contesto. Io voglio cucinare, voglio essere il più reale possibile e mai come l’altra sera l’ho capito.

Conoscere alcune di voi è stato bello, speciale e prezioso. Per me è stato incredibile sentirmi così a mio agio, non avvertire affatto quell’imbarazzo che si può avere di fronte a delle persone che non si conosono. Mi sono sentita nel posto giusto, al momento giusto, esattamente dove dovevo e volevo essere e terribilmente felice. Per una volta ero tutt’altro che quella persona riservata ed introversa che mi sono abituata a conoscere e con cui ho imparato a convivere. Mai come l’altra sera mi sono sentita libera di essere davvero me stessa.

Lo so, forse può sembrare un po’ troppo per una semplice cena, in fondo non è successo nulla di particolarmente straordinario se non il passare una bella serata, ma la vita è fatta di piccole gioie quotidiane, piccoli segnali che però sono grandi ed importanti perchè magari capitano proprio quando devono capitare.

Ho amato ogni istante di questa cena. I preparativi insieme ad Alessandra nei giorni precedenti, quell’emozione nell’immaginare i visi e le storie delle persone che da lì a poco sarebbero arrivate, il desiderio di dare il meglio di me e l’energia magica che questa cena è riuscita a raccogliere, come il gesto di Giulia che ha deciso di spedirmi i suoi biscotti perchè voleva esserci in qualche modo, o Alessia che ha dedicato parte del suo tempo e della sua creatività per creare piccoli gioielli da regalare a chi ha partecipato alla serata.

Si dice che internet sia il regno della virtualità, della finzione ma quello che sto sperimentando io invece è tutto l’opposto, è reale, è fatto di gesti, parole, risate, abbracci, piccoli gesti di generosità. Ho toccato tutto questo, l’ho vissuto e me ne sono inebriata.

Ho cucinato con amore e felicità che sono gli ingredienti segreti per il successo di una cena e non vedo l’ora di rifarlo il primo luglio con la seconda data. Ci sono ancora posti disponibili per cui, se volete essere dei nostri, scrivetemi, qui trovate tutte le info.

Il menù di sabato scorso era tutto raw con molti spunti per poter preparare dei piatti durante questa rovente estate che è decisamente arrivata. Cliccando qui potete scaricare tutte le ricette che ho preparato.

La cucina è un linguaggio, un modo di comunicare immediato e potente e io non voglio mai smettere di poterlo usare perchè in qualunque situazione io sia, in qualunque parte del mondo, quando cucino mi sento a casa e nella mia dimensione.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo
0

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e veggie burger tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.