Il pranzo della domenica, bbq version

Per me la domenica è sacra. Ma non per questioni religiose, per me la domenica è quel giorno della settimana in cui mi dedico alle persone e alle cose che amo. E’ quel giorno in cui non amo uscire e preferisco chiudermi in casa e cucinare per me e per le persone che amo; se poi è una bella giornata, spalanco le finestre e cerco di passare più tempo possibile all’aperto e magari, perché no, accendo il barbecue e preparo un bel pranzetto a base di pollo arrosto alle erbe, jalapenos ripieni, una bella insalata e una birra gelata.

In fondo basta poco per essere felici, io trovo che davvero ognuno sia artefice della propria felicità, a discapito della fortuna, la sfiga, i casi della vita e tutto il resto. E’ nel modo in cui riusciamo ad affrontare le cose che ci accadono e in cui guardiamo al mondo, insomma la felicità penso sia dentro di noi, basta semplicemente saperla trovare.

Dei fiori colorati in un barattolo, una birra con la persona che ami, un cielo azzurro, il sapersi fermare e passare del tempo a parlare, guardarsi negli occhi, ascoltarsi, senza che la frenetica quotidianità ci travolga.
Noi abbiamo nel sangue la cultura del “pranzo della domenica“, quel momento in cui ci si riunisce per passare del tempo con le persone della propria famiglia o a cui si vuol bene. Trovo che sia qualcosa di bellissimo che non va perso. Viaggiando e vivendo in altre parti del mondo, la cosa che mi ha sempre colpito è che in molti paesi, nelle case, manca un tavolo da pranzo. Sì, hanno dei banconi, magari dei tavolini, ma non un vero e proprio spazio dove potersi sedere, ascoltare chi ti sta di fronte, guardarlo negli occhi, raccontarsi. E’ un momento speciale, perché in fondo il cibo è vita e quale miglior momento se non davanti a un buon piatto per condividere con le persone che si amano ciò che abbiamo dentro di noi, che siamo, pensiamo e viviamo?

Se penso alla mia infanzia, mi ricordo tanti pranzi della domenica, tante tavole apparecchiate con attorno nonni, cugini, zii. I bimbi che giocano da una parte, le donne della famiglia che collaborano, cucinano e si scambiano consigli dall’altra mentre gli uomini discutono di “cose da uomini”. Poi arriva quel fatidico momento in cui una voce urla: “A tavola” e allora tutti si interrompono e si siedono attorno al tavolo per passare dei momenti insieme, semplicemente per il piacere di farlo.

Non facciamoci distrarre troppo da quello che ci circonda, cerchiamo di ricordarci che siamo esseri umani e non macchine, che è più bello amare che odiare, che è più divertente ridere invece di lamentarsi e che in fondo, se ci pensiamo bene, non c’è cosa più bella che passare del tempo con chi si ama, perché quei momenti felici, qualunque cosa accada, ci accompagneranno per tutta la vita.

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

PRANZO DELLA DOMENICA

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Pollo alle erbe alla griglia con jalapenos ripieni e insalta

Tempo di preparazione: 15 min
Tempo di cottura: 40 min
Porzioni: 4 persone

Ingredienti

  • 1 pollo di circa 1,1 Kg
  • Erbe aromatiche fresche (abbondate con salvia, rosmarino e timo)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 15 jalapenos
  • 200 gr di caprino di latte vaccino
  • erba cipollina
  • 100 gr di insalata verde
  • 10 ravanelli
  • 1 cipollotto d tropea
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Procedimento

  1. Accendete il barbecue e portatelo a temperatura
  2. Per preparare il pollo, apritelo in due, salatelo, pepatelo e aggiungete le erbe aromatiche e l'aglio. Mettetela a cuocere sulla griglia per circa 40 minuti, girandolo ogni 10/15 minuti e iniziando dalla parte della pelle.
  3. Lavate e pulite gli jalapenos togliendoli i semi interni. Fate una farcia con caprino, un filo d'olio ed erba cipollina, se è troppo denso aggiungete un filo d'acqua. Riempiteli e metteteli a cuocere sulla riglia per 5 minuti tenendo in alto la parte aperta con il formaggio, salate e mangiateli insieme al pollo.
  4. Una bella insalatina mista con ravanelli, pomodorini e cipollotto di tropea tagliato sottile (lasciatelo a bagno in acqua e ghiaccio per una decina di minuti prima di aggiungerlo all'insalata, lo renderà meno forte) è il contorno perfetto.

Note

In ogni grigliata che si rispetti, la bruschetta con aglio, pomodoro e basilico condita con olio extravergine d'oliva e sale non può mancare ed è il modo migliore per iniziare il vostro pranzo.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.