Il brunch della domenica

20/04/2017
________________

Il brunch della domenica

Qualche ricetta e idea per la tavola per un brunch perfetto
________________

Io ve lo dico, potete dirmi quello che volete ma per me, fare il brunch la domenica è il massimo. E’ il classico segnale che ci si può fermare un attimo e affrontare la giornata con piu’ calma, prendersi il proprio tempo per godersi la giornata. Insomma, per me è il top. Purtroppo però, a meno che non abitiate in una grande città, in Italia non c’è molto questa abitudine (anche se devo ammettere che anche il buono e vecchio cappuccio e brioche ha il suo perchè…) e quindi solitamente è piu’ facile organizzare dei brunch in casa, magari con amici, per creare un’alternativa meno formale ad un pranzo o una cena.

Proprio per questo motivo e complice anche un paio di richieste che mi sono arrivate via email (se volete richiedermi un post o video anche voi cliccate qui) ho pensato di scrivere questo post dove vi do qualche idea non tanto per quanto riguarda che cosa cucinare (avevo già scritto un post simile in passato e lo trovate qui), ma soprattutto per come presentarlo, in modo da poter creare un brunch da sogno.

Ricordatevi che un brunch che si rispetti deve avere sia qualcosa di dolce che qualcosa di salato e sia delle bevande calde che fredde, ma adesso vediamo un po’ che cosa poter preparare.

Succhi freschi

I succhi freschi non possono assolutamente mancare. Che sia una semplice spremuta d’arancia, un’acqua aromatizzata (adesso che si va verso la stagione calda si ricominciano a prendere in considerazione) o un’estratto di frutta fresca, una buona dose di vitamine e freschezza la mattina è d’obbligo.

Io amo creare dei mix di frutta con l’estrattore in base alla stagione. Di solito non li zucchero mai perchè la frutta è già saporita e dolce di suo ma se volete potete aggiungere un goccio di sciroppo d’acero per rendere il tutto piu’ gustoso.

Per quanto riguarda invece la presentazione vi consiglio di preparare delle piccole bottiglie di vetro (potete usare quelle riciclate dei succhi o delle bibite) e aggiungere una cannuccia di carta (le trovate abbastanza facilmente, soprattutto su Amazon).

Piccolo consiglio, fate questa operazione all’ultimo perchè il succo, soprattutto se con della polpa, tende a separarsi e aggiungete un goccio di succo di limone, in questo modo non si ossiderà e il colore rimarrà bello vivace ed intenso.

brunch

Mini pancakes

Iniziamo subito dalla componente dolce e da una di quelle cose che non possono mai mancare: i pancakes. Potete decidere di farli come preferite (qui trovate qualche ricetta che ho pubblicato nel tempo). Io ho pensato di preparare quelli con il matcha e le gocce di cioccolato in modo che avessero questo bel colore verde.

Per la presentazione, che ne dite di queste piccole pile di mini pancakes con frutti di bosco annessi? Per ottenere una forma regolare li ho cotti in forno usando uno stampo per biscotti. E’ sufficiente ungerlo leggermente, dipsorre l’impasto nelle forme e mettere a cuocere la teglia in forno a 250°C  per circa 5 minuti. Verranno un po’ piu’ alti e gonfi rispetto a quelli cotti in padella ma è sicuramente un modo piu’ veloce per prepararli.

brunch
brunch

Yogurt e granola

Proseguamo con un bel mix di yogurt e granola. La granola potete farla direttamente voi (qui e qui trovate due delle mie ricette preferite) oppure comprarla già pronta (altro non è che del meusli). Potete anche decidere di usare granole diverse e dividerle in barattoli con un cucchiaio, accanto dello yogurt al naturale o del latte, miele o sciroppo d’acero per dolcificare e tanta frutta fresca in modo che ognuno possa comporsi il mix che preferisce.

brunch

Eggs muffin

Passiamo ora alla parte salata e alla componente che non può mai mancare: le uova. Siccome stiamo organizzando un brunch con amici e quindi vogliamo godercelo anche noi senza stare tutto il tempo a spadellare uova, vi consiglio di preparare questi egg muffin che potete poi decidere di condire con diversi topping a seconda dei gusti dei vostri ospiti: bacon croccante per i tradisionalisti, funghi trifolati per i vegetariani, salsa olandese per i piu’ golosi.

Insomma, si preparano rapidamente, sono buoni, un po’ diversi dalle solite uova e si prestano a mille abbinamenti. il mio consiglio è comunque di cuocerli all’ultimo, perchè sono buoni mangiati caldi e una volta tolti dal forno si afflosciano rapidamente (un po’ come dei piccoli souflè).

Per sei muffin sbattete 6 uova, condite con sale, pepe e del formaggio (potete scegliere voi quello che preferite e decidere se aggiungere anche erbe aromatiche o posciutto, insomma, prepararteli un po’ come se stesse preparano delle omelette). Dividete il composto in 6 pirottini messi in una teglia per muffin leggermente unta. Siccome cresceranno molto, riempite il foro solo per metà. Fate cuocere circa 20 minuti a forno caldo a 170°C. Togliete dal forno (si sgonfieranno subito, non vi preoccupate, è normale) trasferiteli su un piatto da portata e riempiteli con il topping che preferite.

brunch

Mini avocado toast

Ammettetelo, questa volta sono stata proprio brava perchè è qualche mese che non vi ossessiono piu’ con la mia passione (ossessione ?!?) per l’avocado toast, ma come si fa a non metterlo in un brunch?! Esatto, non si può.

Io vi consiglio di usare dei filoni di pane francese o ciabatte non troppo grandi in modo da ottenere una versione mini. Tostate il pane e ricopritelo con l’avocado maturo, schiacciato e condito con un pizzico di sale e il succo di limone. Una volta creata la vostra base potrete sbizzarrirvi con i gusti. Potete crearne alcuni con feta (o quartirolo) sbriciolato e semi tostati. Altri con salmone affumicato e aneto, alcuni con frutta secca (io ho usato un mix di “super frutti”). Insomma potete sbizzarrirvi come volete, ottenendo un risultato davvero colorato e delizioso.

brunch
brunch

A questo punto siete pronti per il vostro brunch. Mettete tutti i vassoi in tavola, un bel mazzo di fiori freschi (che non possono mancare), divertitevi, rilassatevi e… buon appetito 😉

brunch

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare una di queste ricette… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.