Cocktail Hugo

03/06/2016

Se guardo le previsioni del tempo in Italia per il weekend, come capita spesso, si vede un’Italia divisa in due: a Nord pioggia, fulmini e tempesta e al Sud sole e caldo. In queste situazioni io mi ritrovo quasi sempre dalla parte sbagliata della penisola, in questo caso al Nord.

Ma in questo post non vi volevo parlare del tempo ne tantomento del fatto che non ci siano piu’ le mezze stagioni, bensì di un nuovo cocktail che ho scoperto lo scorso weekend a Bolzano (nuovo solo per me perchè in realtà esiste da parecchio tempo…) l’Hugo.

Ho deciso che diventerà ufficialmente il mio aperitivo per l’estate: fresco e leggero perfetto per i primi caldi (se siete al Sud) o per bere per dimenticare che siamo a giugno e ho ancora il piumone nel letto (se siete del nord) 🙂

hugo

Ingredienti

  • 1/4 di sciroppo di fiori di sambuco
  • 2/4 di prosecco
  • 1/4 di seltz o acqua frizzante
  • qualche fogliolina di menta
  • ghiaccio
hugo

Procedimento

Il procedimento è molto semplice ed è molto simile a quello del classico Spritz (ma gli altoatesini si sono raccomandati di non chiamare l’Hugo Spritz, altrimenti si offende…).

Raffreddate un bicchiere con qualche cubetto di ghiaccio. Mettete lo sciroppo di fiori di sambuco (se non riuscite a trovarlo dalle vostre parti cliccate qui per poterlo acquistare), aggiungete il prosecco e completate con una spruzzatina di seltz e qualche fogliolina di menta.

Mescolate delicatamente e il vostro soft drink per l’aperitivo è pronto.

hugo
hugo

Piccola curiosità

Pare che il nostro caro Hugo, abbia un amico di nome Ludvig avvistato dalle parti di Trieste, dicono che invece dello sciroppo di fiori di sambuco abbia quello di lamponi… io fossi in voi proverei anche questa versione…

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicarla su Instagram se provate a fare una di queste ricette… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.