Fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

Ormai siamo agli sgoccioli dell’inverno. Tra poco zucche, radicchio e cavoli lasceranno il posto a zucchine, asparagi e peperoni, in attesa però di quel momento ecco un’idea per cucinare il radicchio tardivo: fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio.

Io ho preferito fare delle monoporzioni, ma se preferite potete creare una classica torta salata e poi tagliarla a fette. E’ un piatto unico perfetto per una bella cena di fine febbraio.

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Fagottini di sfoglia con radicchio tardivo, olive nere e fonduta di taleggio

Tempo di preparazione: 15 min
Tempo di cottura: 30 min
Porzioni: 6 fagottini

Ingredienti

  • 3 radicchi tardivi
  • 300 gr di taleggio
  • 1 cipolla rossa piccola
  • 15 olive nere denocciolate
  • 100 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • semi di girasole
  • un rotolo di pasta sfoglia quadrato
  • mezzo bicchiere di latte
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • pepe nero
  • noce moscata

Procedimento:

  1. Accendete il forno a 190°C.
  2. Pulite e lavate una cipolla, tagliatela a dadini sottili e mettetela a rosolare in una padella con un filo d'olio (circa 2 cucchiai). 
  3. Fate rosolare per un paio di minuti a fuoco alto. Intanto che la cipolla cuoce, lavate e tagliate in quattro i radicchi e poi ancora a pezzi abbastanza grossi. Aggiungeteli alla cipolla, salate e mescolate. Fate cuocere per altri due minuti. 
  4. Prendete le olive (io ho usato quelle già denocciolate) tagliatele a pezzi grossolani e aggiungetele al radicchio. Fate cuocere a fuoco medio per altri 5 minuti. Passato quel tempo aggiungete la ricotta, mescolate per bene in modo da amalgamare gli ingredienti e togliete dal fuoco.
  5. Srotolate la sfoglia, dividetela in 6 rettangoli uguali. Posizionate 6 pirottini in una teglia da muffin e adagiateci i rettangoli di sfoglia, riempiteli con il radicchio e ripiegate gli angoli in modo da chiudere i fagottini.
  6. Sbattete un uovo e con l'aiuto di un pennello spennellatelo sulla superficie dei fagottini. Decorate con qualche seme di girasole e infornate per circa 20 minuti o fintanto che la sfoglia non sarà ben cotta e dorata.
  7. Quando mancano circa 10 minuti, mettete a bollire una pentola con dell'acqua, appoggiateci sopra una scodella e mettete a fondere il formaggio tagliato a cubetti insieme al latte, una macinata di pepe e una grattatina di noce moscata. Coprite con un coperchio e girate di tanto in tanto in modo da ottenere una crema omogenea. Se vedete che risulta troppo "gommosa" e filante, aggiungete ancora un goccio di latte.
  8. Una volta che la fonduta al taleggio sarà pronta e i fagottini cotti non ci resta che togliere i pirottini di carta e servire con una generosa cucchiaiata di fonduta, vi garantisco che non rimarrete affatto delusi.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.