Inserisci un termine di ricerca e premi Invio.

Premessa: io sono una persona che si entusiasma abbastanza facilmente, diciamo che rientro in quella categoria di persone che va facilmente in fissa su qualcosa. Che sia un supermercato, una crema, una marca, nel momento in cui me ne innamoro basta, per me esiste solo quella.

Premesso ciò, vi presento il mio ultimo grande amore: la mia etichettatrice Dymo.
Le nostre strade si sono incrociate qualche settimana fa quando, guardando delle foto su Instagram di una delle mie beauty blogger preferite Vivianna Does Make-up ho trovato questa.

dispensa make over

Capisco che il collegamento tra una foto di prodotti di make-up e un’etichettatrice non è dei più immediati, ma il vedere quel piccolo contenitore in plastica con l’etichetta “NARS” sopra, ha fatto accendere una lampadina nella mia testolina.

dispensa make over

Dopo poco ho fatto l’acquisto su Amazon e ho pensato di riorganizzare la mia dispensa proprio con l’aiuto del mio nuovo gioiellino (di cui per altro sto abusando… se vado avanti così rischio di etichettare anche Diana appiccando la scritta “Cane” sul muso, Monsieur scrivendo “gatto” e Silvio “marito”).

dispensa make over

Presto fatto: viaggio ad IKEA dove ho acquistato barattoli in vetro ermetici in grande quantità, una bella scaffalatura e il gioco era fatto.

dispensa make over

Finalmente sono riuscita a mettere un po’ di ordine in quei cassetti in cui ormai vigeva il caos da troppo tempo, dove farine di tutti i generi si mischiavano a spezie e lieviti e dove non riuscivo mai a trovare nulla (ho scoperto di avere 3 chili di farina 00 di cui non ricordavo francamente l’esistenza…). In una sera sono riuscita a ricreare la mia dispensa, mettendo ordine e dando anche un tocco un po’ vintage alla mia cucina.

Se ci sono delle indicazioni particolari di cottura, le scrivo sul retro, così sono sicura di non sbagliare
Se ci sono delle indicazioni particolari di cottura, le scrivo sul retro, così sono sicura di non sbagliare

Adoro questa soluzione (davvero d’impatto e decisamente low cost, anche perché oltre ai barattoli IKEA ho riciclato anche vecchi vasetti di marmellata e sottaceti) adesso finalmente riesco a trovare tutto senza dover ravanare le ore nei cassetti, mi rendo facilmente conto di cosa manca e penso che abbia dato carattere alla mia cucina.

Voi che ne pensate? Vi piace questa mia soluzione?