Inserisci un termine di ricerca e premi Invio.

Come pulire i cardi e tre ricette

29/01/2021
________________

Come pulire i cardi e tre ricette

Dalla pulizia, alla cottura finendo per arrivare alla preparazione di 3 ricette diverse con i cardi
________________

I cardi, questi sconosciuti. Non sono indubbiamente uno degli ortaggi più conosciuto e diffuso, anche se in alcune zone d’Italia (come Piemonte, Sicilia o Abruzzo) sono molto utilizzati soprattuto per i menù di Natale o Pasqua (in tanti mi avete raccontato della zuppa abruzzese di cardi che si prepara solitamente per Natale).

Partiamo col dire che ci sono diverse tipologie di cardo, alcune, come quello gobbo del Monferrato, possono essere consumate anche crude in pinzimonio, altre (la maggior parte) vanno sbollentate in acqua prima di utilizzarle per la preparazione che si desidera. Esiste anche un cardo selvatico che cresce nelle zone del centro e sud Italia che viene solitamente raccolto per poi essere mangiato impastellato e fritto.

Io parlerò principalmente del cardo comune che è quello che si trova più facilmente in commercio. Se vi state chiedendo che sapore abbia, ecco, nonostante l’aspetto sia molto simile ad un sedano un po’ più coriaceo ed argentato, il sapore invece ricorda quello dei carciofi, viene infatti anche chiamato, “carciofo selvatico” (i fiori soprattutto ricordano tantissimo dei carciofi).

Ma veniamo ora al sodo, ovvero, come pulire i cardi, cucinarli emangiarli!

Come pulire i cardi

Partiamo da come pulire i cardi. Una cosa importante è sapere che, essendo molto ricchi di ferro, tendono ad ossidarsi in fretta e diventare un po’ amari, quindi man mano che li pulite, metteteli poi a mollo in una ciotola con acqua e succo di limone in modo da evitare che questo accada.

I cardi, ad eccezione di qualche varietà come quello di Bologna, hanno le spine lungo i bordi delle coste, quindi fate attenzione quando li maneggiate. Per prima cosa eliminate i bordi con le spine, tagliate a pezzetti le coste e poi, con l’aiuto di un coltellino, partendo da un’estremità, eliminate i filamenti più duri e coriacei.

Il cuore del cardo invece è molto più tenero e potete lasciarlo così com’è.

La cottura del cardo

Passiamo ora alla sua cottura. Prima di cimentarvi nella ricetta che preferite, è sempre meglio sbollentarli. Molte ricette che ho trovato consigliano un tempo di cottura in questa fase che francamente io trovo un po’ eccessivo, soprattutto perchè a me piace che rimanga parte della consistenza croccante che caratterizza il cardo, quindi solitamente io li sbollento per circa 10 minuti per poi passare alla preparazione della ricetta.

Essendo i cardi molto ricchi di ferro, tenderanno ad annerire durante la cottura, per evitare questo, vi consiglio di aggiungere all’acqua salata o del succo di limone, o dell’aceto oppure, la soluzione che io personalmente preferisco perchè trovo ingentilisca di molto il loro sapore, un cucchiaio di farina bianca. Vedrete che in questo modo avrete dei meravigliosi cardi di un bel verde.

3 ricette con i cardi

Le ricette che possono essere fatte con i cardi sono davvero tantissime. Oltre a quelle tradizionali come la zuppa abruzzese di cardoni, potete usarli per prepararne tantissime altre, qui di seguito vi lascio alcuni dei modi con cui li mangiate più spesso: parmigiana di cardi, cardi cotti nel latte (un po’ come per i finocchi), pasticcio di cardi (come questo ma al posto del cavolfiore, i cardi), cardi e bagna caoda, impanati o impastellati e fritti e molti altri.

Io ho deciso di proporvi tre ricette diverse: in “insalata” conditi con sale, olio, limone e scaglie di grana, un contorno semplice ma davvero super saporito e buono. Ripassati in forno conditi con pangrattato aromatizzato con timo, aglio e olive taggiasche oppure nel modo in cui lo mangio più spesso, ovvero come ripieno di una torta salata.

Qui di seguito trovate le tre ricette. Sono curiosa di sapere se l’avevate già mangiato e in quale versione lo preferite.

Stampa la ricetta Pin it!

Insalata di cardi

Salva la ricetta
0 da 0 voti
Preparazione 15 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 25 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 1 mazzo cardi
  • 30 gr parmigiano reggiano giovane
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio farina
  • olio extravergine di oliva
  • timo fresco
  • pepe nero

Procedimento

  • Pulite e lavate i cardi eliminado le parti laterali delle coste con le spine, le estremità e i filamenti che trovate sui gambi.
    Man mano che li pulite metteteli in una bacinella con acqua fredda e il succo di mezzo limone, in questo modo non si ossideranno rischiando di diventare amari.
  • Mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua, appena inizia a bollire, salate e aggiungete un cucchiaio di farina (serve a non far annerire i cardi durante la cottura, in alternativa, usate del succo di limone o un cucchiaio di aceto). Fate bollire per circa 10 minuti.
  • Scolate i cardi, tamponateli leggermente e condite con un pizzico di sale, il succo di mezzo limone, un filo di olio extravergine di oliva, qualche scaglia di parmigiano, qualche fogliolina di timo fresco e una macinata di pepe nero.
    Questa insalata di cardi è ottima da mangiare sia tiepida che a temperatura ambiente.
Hai provato questa ricetta?Condividi una foto su Instagram, tagga il mio profilo @TheBluebirdKitchen e usa l'hashtag #TheBluebirdKitchen!
Stampa la ricetta Pin it!

Torta salata di cardi

Salva la ricetta
5 da 1 voto
Preparazione 20 minuti
Cottura 45 minuti
Tempo totale 1 ora 5 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 200 gr farina 0
  • 70 gr olio extravergine di oliva
  • 50 gr acqua
  • 1 mozzarella fior di latte
  • 1 mazzo cardi
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio farina
  • olio extravergine di oliva
  • timo fresco
  • pepe nero

Procedimento

  • Accendete il forno statico a 210°C.
  • Pulite e lavate i cardi eliminado le parti laterali delle coste con le spine, le estremità e i filamenti che trovate sui gambi.
    Man mano che li pulite metteteli in una bacinella con acqua fredda e il succo di mezzo limone, in questo modo non si ossideranno rischiando di diventare amari.
  • Mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua, appena inizia a bollire, salate e aggiungete un cucchiaio di farina (serve a non far annerire i cardi durante la cottura, in alternativa, usate del succo di limone o un cucchiaio di aceto). Fate bollire per circa 10 minuti.
  • Mentre i cardi cuociono, preparare la base della torta salata. Io uso sempre la ricetta che mi ha insegnato Sweet Artisan Stories.
    In una ciotola mettete la farina e un pizzico di sale. Aggiungete quindi i 70 gr di olio extravergine di oliva e i 50 gr di acqua fredda. Iniziate ad amalgamare con un cucchiaio e poi passate alle mani. Va impstata molto poco, giusto il tempo di creare una palla.
    Lasciate riposare qualche minuto in frigorifero.
  • Scolate i cardi, tamponateli leggermente, tagliateli a pezzetti e condite con un pizzico di sale, un filo di olio extravergine di oliva, qualche fogliolina di timo fresco, una macinata di pepe nero e la mozzarella a dadini.
  • Stendete l'impasto su un foglio di carta forno, adagiate al centro la farcitura a base di cardi, ripiegate leggermente i bordi e mettete in forno a cuocere per circa 40 minuti. Sarà pronta appena la vedrete dorata.
  • Questa torta salata è ottima da mangiare appena tolta dal forno o anche leggermente intiepidita.
Hai provato questa ricetta?Condividi una foto su Instagram, tagga il mio profilo @TheBluebirdKitchen e usa l'hashtag #TheBluebirdKitchen!
Stampa la ricetta Pin it!

Cardi al forno

Salva la ricetta
0 da 0 voti
Preparazione 15 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 30 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 1 mazzo cardi
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio farina
  • 30 gr pan grattato
  • 10 olive taggiasche
  • 1 spicchio aglio
  • olio extravergine di oliva
  • timo fresco

Procedimento

  • Accendete il forno a 240°C con il grill
  • Pulite e lavate i cardi eliminado le parti laterali delle coste con le spine, le estremità e i filamenti che trovate sui gambi.
    Man mano che li pulite metteteli in una bacinella con acqua fredda e il succo di mezzo limone, in questo modo non si ossideranno rischiando di diventare amari.
  • Mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua, appena inizia a bollire, salate e aggiungete un cucchiaio di farina (serve a non far annerire i cardi durante la cottura, in alternativa, usate del succo di limone o un cucchiaio di aceto). Fate bollire per circa 10 minuti.
  • Questo passaggio potete farlo manualmente o direttamente in un frullatore. Se lo fate manualmente, disponete su un tagliere lo spicchio d'aglio pelato e privato della sua anima, le olive denocciolate e qualche fogliolina di timo. Tritate il tutto molto finemente e aggiungete al pan grattato. Mescolate in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti.
    Se usate un frullatore, mettete tutti gli ingredienti, incluso il pan grattato, all'interno del frullatore ed azionate per qualche instante in modo da ottenere un trito omogeneo ed aromatico.
  • Scolate i cardi, tamponateli leggermente e trasferiteli in una teglia per il forno. Condite con il pan grattato, aggiungete un pizzico di sale, un filo di olio e passate a gratinare sotto al grill del forno per circa 10 minuti, fintanto che il pan grattato non si sarà dorato.
Hai provato questa ricetta?Condividi una foto su Instagram, tagga il mio profilo @TheBluebirdKitchen e usa l'hashtag #TheBluebirdKitchen!