Come organizzare una cena perfetta tra amici

05/05/2017
________________

Come organizzare una cena perfetta tra amici

Qaulche consiglio per organizzare un perfetto “dinner party” senza stress
________________

Io sono una gran casalinga, ma non nel senso che sono brava nelle faccende di casa, a me piace da matti stare a casa. Fin da quando ero piu’ piccola, quando l’uscire la sera sembrava essere un bisogno vitale, a me, ogni tanto, piaceva starmene a casa a guardare un film mentre i miei amici andavano a ballare (per altro odiavo le discoteche tanto quanto amavo il divano…). Adesso che sono piu’ grande, finalmente anche i miei amici sono diventati piu’ “casalinghi” e quindi spesso la soluzione migliore per passare una serata assieme è organizzando un bella cena in compagnia.

Io le amo alla follia, sarà che in casa mia, da sempre, si organizzavano spesso cene con gli amici dei miei genitori o i miei zii e io aiutavo felice mia mamma nel preparare la tavola o sistemare la casa per ricevere gli ospiti (io ero solitamente l’addetta alla pulizia del bagno… adoravo lasciarlo tutto bello pulito e luccicante…) e quindi a mia volta voglio ricreare quell’atmosfera di allegria e convivialità che ho vissuto nella mia infanzia. Quando quindi c’è da organizzare una cena, io sono sempre in prima linea.

Premesso ciò ho pensato che per il post di oggi, avrei potuto condividere con voi qualche consiglio per organizzare una cena perfetta tra amici.

Conosci il tuo nemico

E con “nemico” intendo il tuo ospite… soprattutto se magari gli invitati non li conosciamo molto bene, oppure magari non siamo mai stati in una condizione tale per cui si conoscano i loro gusti in ambito culinario, chiedere se ci sono delle esigenze particolari può essere di grande aiuto perchè può stabilire il successo o il totale insuccesso di una cena.

Immaginate se un vostro amico porta a cena per la prima volta la sua nuova fidanzata e voi preparate una cenetta meravigliosa con pesce freschissimo recuperato la mattina all’alba direttamente dalla barca del pescatore e scoprite che, la suddetta fidanzata (in questo caso, decisamente il nemico) è allergica al pesce oppure fa parte di una setta particolare dove può mangiare tutto ad eccezione del pesce?

Ecco, fare una domanda preventiva del tipo “voi mangiate tutto?” nel momento in cui state organizzando la cena vi può salvare letteralmente la serata, soprattutto di questi tempi dove le diete sono davvero delle più varie, sia per motivi religiosi, etici o di salute.

Rimanete nella vostra comfort zone

A meno che non siate Cracco, quando decidete il menù per una serata particolare è sempre meglio andare sul sicuro, cercate di rimanere nella vostra “comfort zone” sfornando i vostri cavalli di battaglia o comunque ricette che avete già avuto modo di provare o collaudare in precedenza, questo perché, vuoi per la fretta, vuoi per l’agitazione dei preparativi, vuoi perché magari la ricetta non è scritta benissimo, è un attimo che vi ritrovate con un piatto, magari mangiabile, ma non esattamente la cosa più buona che le vostre abili doti culinarie abbiano prodotto.

Capisco il desiderio di fare bella figura e stupire tutti con colpi di scena, ma a volte la semplicità paga. Se siete cintura nera di risotto, preparate un risotto. Se fate la pasta fatta in casa che nemmeno una sfoglina emiliana, allora la pasta fatta in casa è la risposta perchè, mentre se siete con amici con cui avete una certa confidenza l’eventuale “fallimento” può sfociare in una risata e in una telefonata alla pizzeria d’asporto più vicina, se invece non avete quella confidenza, l’imbarazzo e la delusione potrebbe essere tanta.

organizzare una cena
organizzare una cena

Un po' di scenografia non guasta mai

Ok, il menù è stato deciso e siete pronti per deliziare tutti con i vostri cavalli di battaglia, ciò non toglie che volete comunque sorprenderli con il classico “effetto Wow“, e allora che ne dite di giocare con il modo di impiattare e cercare di rivisitare dei classici provando a presentarli in un modo un po’ differente?

Potete decidere di usare piatti particolati o di decorarli usando magari dei fiori edibili, insomma, potete sbizzarrirvi e vi assicuro che con un niente, potrete trasformare un piatto tradizionale in qualcosa dall’aspetto straordinario.

Prendete ispirazione su Pinterest o Instagram e stupite tutti con effetti speciali perchè ricordatevi che un piatto prima di tutto si mangia con gli occhi e poi con la bocca.

Non cercate di strafare

Che bella la cena con gli amici, magari di mercoledì che: vi alzate alle cinque del mattino, fate le pulizie, vestite vostra figlia, la portate all’asilo, andate in ufficio, poi a fare la spesa, tornate a casa, cavolo vi siete dimenticati la figlia dai nonni, andate a prendere la povera bimba, sfate tre lavatrici, ne caricate altrettante, pulite la lettiera del gatto e poi finalmente vi mettete a cucinare. Ecco, va bene fare bella figura ma cercate di calibrare il vostro menù in base al tempo e alle energie che avete.

Può sembrare una banalità ma a volte si sottovaluta il tempo a nostra disposizione, in qualche modo si riesce ugualmente a portarla a casa (perchè noi donne, la portiamo SEMPRE a casa) ma durante tutta la cena saremo degli zombie che hanno ormai esaurito ogni energia, e questo lo dico per esperienza…

Chiedere aiuto non è reato

Non c’è nulla di meglio del sano e buono “lavoro di squadra“. Non siete molto bravi nei dolci o semplicemente non avete molta voglia di preparare anche quello? Chiedete ai vostri ospiti di portarlo. Non sapete bene che vino comprare perchè voi siete astemi ma sapete che uno dei vostri ospiti è un esperto di vini e avete l’ansia nel scegliere non solo il vino sbagliato, ma anche l’annata e la cantina di provenienza? Chiedete a lui di portarlo.

Insomma, il bello della cucina non è solo lo stare insieme attorno ad un tavolo e condividere quel momento con le persone a cui vogliamo bene, la cucina è anche collaborazione e mai come in questo caso a volte è proprio il caso di dire che l’unione fa la forza, quindi non abbiate paura di delegare, una buona organizzatrice sa anche cosa affidare e a chi affidarlo.

A questo punto non vi resta che godervi in piena serenità la vostra magnifica serata tra amici.

organizzare una cena
Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.