Chips di cavolo nero con robiola e erba cipollina

Quella di oggi più che una ricetta è un’idea, semplice, veloce ma davvero buona per uno spuntino salutare o un’aperitivo. Ecco quindi le mie chips di cavolo di nero con robiola e erba cipollina.

chips di cavolo nero, robiola e erba cipollina

chips di cavolo nero, robiola e erba cipollina

chips di cavolo nero, robiola e erba cipollina

chips di cavolo nero, robiola e erba cipollina

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicatela su Instagram se provate a fare questa ricetta… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.
Ti è piaciuto questo post? Condividilo

Chips di cavolo nero con robiola e erba cipollina

Tempo di preparazione: 5 mins
Tempo di cottura: 5 mins

Ingredienti

  • qualche foglia di cavolo nero (3 o 4, dipende dalle dimensioni)
  • 100 gr di robiola
  • una decina di fili di erba cipollina
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva

Procedimento

  1. Scaldate il forno a 190°C.
  2. Prendete le foglie di cavolo nero, lavatele e tagliatele a pezzetti. Cercate di usare principalmente la parte delle punte perché più' si va verso il gambo e più la venatura centrale diventa dura.
  3. Adagiatele su una teglia da forno con della carta, salate e infornate. Fate cuocere all'incirca cinque minuti, le foglie devono come seccarsi e diventare croccanti.
  4. Intanto che il cavolo cuoce, prendete la robiola, aggiungete un goccio di olio, acqua (proprio un goccio, giusto per renderla leggermente morbida) e un pizzico di sale. Mescolate con una forchetta e aggiungete l'erba cipollina sminuzzata. Mescolate per bene e mettete in una sacca da pasticcere (se non l'avete potete usare anche un cucchiaio, ma in tal caso vi consiglio di rendere la crema di robiola più' liquida. Vi faciliterà la vita in quanto le foglie di cavolo nero diventano molto fragili).
  5. Togliete il cavolo dal forno e copritelo con la crema di robiola.

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.