Cena senza stress per 10 persone

15/06/2016

Questa volta partivo avvantaggiata perché cucinare per gli altri è una delle cose che amo fare di piu’ al mondo e che mi da più’ soddisfazioni, capite bene che quindi il sapere di dover preparare una cena per 10 persone su di me ha avuto lo stesso effetto che potrebbe fare l’arrivo di Babbo Natale la notte di Natale: gioia immensa mista ad eccitazione sfrenata (sì lo so, non sono del tutto normale 🙂 ).

So però che non tutti sono come me e che anzi, per qualcuno il sapere di avere a cena 10 persone risuona come un incubo!
Ho quindi pensato di condividere con voi il mio menù così che possiate vivere al meglio la preparazione della cena, senza stressarvi troppo, godendovi la serata e facendo un figurone.

cena senza stress

Partite sempre dal dolce

Se non siete molto bravi nei dolci questa è la parte che potete “omettere” e quando vi faranno la classica domanda: “Portiamo qualcosa?” voi potete giocarvi la carta dessert senza problemi.

Ma se amate cimentarvi in queste preparazione, questo è il punto da cui partire. La crostata di crema frangipane e lamponi non è difficile da preparare ma ha bisogno di tempo, per cui vi consiglio di farla con anticipo, volendo anche la sera prima.

Partite preparando la frolla che dovrete far riposare in frigorifero per almeno un’ora.

Una volta tolta dal frigorifero stendetela in una teglia e mettetela a cuocere in forno. Intanto preparate la crema frangipane da aggiungere alla crostata e completate quindi la cottura.

Sfornate, fate raffreddare e ricopritela di lamponi. Non solo è buona, ma si presenta decisamente bene: il figurone è assicurato.

La ricetta completa con tutte le dosi e i passaggi la trovate cliccando qui.

Crostata con crema frangipane e lamponi

Impostate tutti i vari passaggi

A questo punto potete passare a preparare i contorni che saranno delle millefoglie di verdure di stagione.
Io ho usato patate, zucchine, spinaci e asparagi.

Anche questa prepararzione è piuttosto semplice ma necessita del suo tempo per tagliare a fette sottili tutte le verdure e disporle in dei pirottini monodose in alluminio, in questo modo crerete delle mini porzioni decisamente carine.

Le patate (sceglietele abbastanza grosse così ogni fetta che farete avrà già la dimensione del pirottino) le ho prima sbucciate, pelate, tagliate a metà e messe a cuocere al vapore per 15 minuti insieme alle zucchine che userò poi per preparare il pesto, mentre le altre verdure verranno usate a crudo e cotte poi in forno a 190°C.

Tagliate tutte le verdure a fettine sottili e disponetele una sopra l’altra a strati: patate, spinaci, patate, zucchine, patate, asparagi.
Condinte ogni strato con un pizzico di sale e infine un filo di olio extravergine di oliva. Metteteli da parte perchè li cuocerete poi quando arriveranno gli ospiti.

Quantità: 3 patate grosse, 2 zucchine medie, 1 mazzo di asparagi verdi, 200 gr di spinaci puliti, sale ed olio extravergine di oliva

Il forno sarà il vostro miglior amico

Quando organizzo cene, a meno che fuori non ci siano 40°C, cerco di usare il piu’ possibile il forno perchè ti permette di cuocere le varie portate senza sporcare troppo la cucina (o comunque ti lascia il tempo di rimettere tutto a posto) e sono quasi sempre delle cotture che non vanno seguite piu’ di tanto (inforni, imposti il timer e quasi sempre hai finito).

Ecco perchè oltre al contorno anche il roastbeef ho deciso di cuocerlo in forno e piu’ esattamente in crosta di sale.
Io amo questo genere di cottura perchè è molto sana (non ci sono infatti grassi aggiunti) e fa sì che la carne rimanga bella succulente e saporita.

Per dieci persone ho preso un rostbeef legato da 1,4 Kg e l’ho ricoperto con 5 kg di sale grosso, prima però ho creato un trito di erbe aromatiche (salvia e rosmarino) ed aglio in cui l’ho rotolato per renderlo piu’ saporito.
Tempo di cottura: 45 minuti in forno a 190°C.

Ci siamo quasi

Dolce: pronto
Contorno: impostato
Roastbeef: pronto per il forno

Manca solo il primo. Con la pasta si va sempre sul sicuro e in questo periodo sono una grande amante dei pesti: trovo che siano molto buoni, saporiti, veloci da preparare e versatili. Ecco perchè per questa serata ho deciso di adattare la ricetta del pesto di fave sostituendo quest’ultime con delle zucchine.

Gli ingredienti sono gli stessi: 50 gr di basilico fresco, 15 gr di pinoli, 150 ml di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e 40 gr di pecorino romano grattugiato ma, al posto delle fave sgranate ho aggiunto 3 zucchine medie cotte per 10 minuti al vapore.

Il mischiare il basilico con le zucchine fa sì he il pesto risulti piu’ delicato e di un verde meno intenso. Potete prepararlo tranquillamente prima mettendo tutti gli ingredienti nel frullatore e conservarlo poi in frigorifero, coperto da un filo d’olio fino al momento in cui vi servirà per condire la pasta (per 10 persone io ho fatto 1 Kg di tagliatelle di Kamut). Ricordatevi di tenere sempre un po’ di acqua di cottura che potrebbe servirvi per diluire il sugo e renderlo piu’ cremoso.

Qui accanto trovate un “dietro le quinte” direttamente dal mio Snapchat della preparazione della cena 🙂

A questo punto è tutto pronto. Non vi resta che apparecchiare la tavola e farvi belle per i vostri ospiti.

Qui di seguito trovate un video “Get ready with me” dove trovate un piccolo tutorial di come ho aparecchiato la tavola usando dei barattoli delle marmellate miste a delle bottigliette dei succhi di frutta usati come vasi per peonie fresche e qualche candela (le candele non possono mai mancare!).

Sia il roastbeef che il contorno devono cuocere 45 minuti in forno a 190°C. Infornateli quindi quando arriveranno gli ospiti, in questo modo saranno pronti proprio al momento giusto per poterli mangiare.

Ecco quindi il mio menu’ che spero vi sarà utile, vi auguro una magnifica serata e se avete qualche dubbio o domanda fatemele nei commenti qua sotto 🙂

Ricordatevi di scattate una foto e pubblicarla su Instagram se provate a fare una di queste ricette… non vi dimenticate di taggarmi @thebluebirdkitchen e di aggiungere l’hashtag #thebluebirdkitchen.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.