5 modi per rendere una casa piu' accogliente

14/06/2017
________________

5 modi per rendere una casa più accogliente

Perchè a volte bastano pochi dettagli per rendere una casa più accogliente
________________

Non so se vi è mai capitato di entrare in case perfettamente arredate, curate in ogni minimo dettaglio con pezzi di design o di fine artigianato ma che sono fredde, asettiche e tutt’altro che accoglienti. A me più di una volta, e siccome la casa e l’arredo sono da sempre una mia passione, ho pensato di scrivere questo post dove vi racconto quali sono, secondo me, 5 modi per rendere una casa più accogliente.

Insomma, la casa non sono solo 4 mura e un tetto dove poter abbandonare le nostre cose, per me la casa è il nostro nido, il nostro rifugio e il luogo in cui consolarsi dopo una giornata andata storta o dove prepararsi per andare a festeggiare un momento felice. La casa deve parlare di noi. Io amo le case vissute, dove si percepisce qualcosa delle persone che la abitano, perchè penso siano anche le più accoglienti.

Se anche voi la pensate come me e non siete del tutto soddisfatti della vostra casa, ecco qualche consiglio su come trasformarla in un “nido” perfetto.

Illuminazione

Dal mio punto di vista la parte piu’ importante in una casa è l’illuminazione, una casa illuminata nel modo corretto riesce subito a trasformarsi in un luogo sereno e accogliente. Per quanto rigarda la luce di giorno non si può fare molto, quella è e quella rimane, ma quando il sole tramonta allora possiamo sbizzarrirci e avere pieno potere su questo elemento.

Io non amo i lampadari, o meglio, la luce che diffondono, diciamo che, a parte in alcuni luoghi dove risultano particolarmente funzionali (tipo sopra al tavolo della cucina o in bagno), per il resto io preferisco di gran lunga illuminare una stanza distribuendo vari punti luce negli angoli. L’effetto è meno asettico, si riescono a dare maggiori sfumature, illuminando gli angoli dove si ha bisogno di luce e lasciando in ombra degli altri per creare dei chiaro scuri. Insomma, in tutte quelle stanze dove si ha bisogno di creare un po’ di atmosfera, il lampadario è bannato.

Altra regola, fate attenzione al colore della luce delle vostre lampadine, cercate sempre colori caldi, il piu’ possibile simili alle vecchie lampadine ad incandescenza, altrimenti l’effetto “ospedale psichiatrico” è dietro l’angolo.

Quadri e stampe

Prendete una parete bianca, appendete un quadro o una stampa e subito cambierà la percezione di accoglienza che avete in quella stanza. I quadri si sà, fanno quest’effetto, sono stati inventati apposta, ma come possiamo sfruttare al meglio il loro “magico potere”? Rispettando due piccole regole: le proporzioni e l’altezza a cui appenderlo.

Evitiamo di appendere un quadro minuscolo in una parete gigantesca, in quel caso magari “cerchiamogli degli amici” con cui dividere tutto quello spazio bianco, magari appendendo una serie di stampe sullo stesso genere o creando delle composizioni. Su Pinterest potete trovare un sacco di schemi ed idee per appendere i vostri quadri riuscendo a creare delle composizioni, non necessariamente regolari e simmetriche, per dare colore e personalità ad una stanza.

E poi tocca a lui, il tema altezza. Cercate di non appendere troppo alti i vostri quadri o comunque create anche qui una proporzione  tra il luogo dove verrà fissato  e l’altezza. Se volete appendere un quadro sopra alla testata del vostro letto, cercate di metterlo poco sopra la fine di questa, altrimenti invece di riempire uno spazio bianco, ne andrete a creare un altro che forse è ancora piu’ antiestetico, ovvero quello tra la fine della testata e l’inizio del quadro.

Piante

Mai come in questo periodo le piante hanno ricominciato ad avere una notevole importanza nel rendere la casa piu’ accogliente, forse perchè viviamo sempre di piu’ in città un po’ grigie e poco verdi e quindi abbiamo bisogno di avere un po’ di verde attorno a noi.

Per scegliere la pianta giusta da mettere in casa bisogna essere molto sinceri con noi stessi: qual’è il nostro livello di “polliceverdità”? E soprattutto, come è esposta casa nostra? Questo ci aiuterà a scegliere le piante piu’ adatte. Se siamo dei principianti e casa nostra è un po’ buia, cercheremo piante resistenti e che riescono a crescere con poca luce. Se invece ci sentiamo delle botaniche mancate e casa nostra è meglio di una serra tropicale, possiamo azzardare un po’ di piu’.

Se invece riusciremmo ad uccidere anche dei licheni da tanto è nero il nostro pollice, udite udite, adesso ci sono delle piante finte meravigliose che sembrano vere, l’unica cura che richiedono è una spolveratina ogni tanto e il gioco è fatto.

Tessili

Ed eccoli che sbucano fuori anche loro, i tessili e in particolar modo cuscini e tende. Questa è la cosa anche piu’ semplice da cambiare quando magari si ha voglia di dare una nuova faccia ad una stanza. Si possono giocare con i colori o le fantasie e addirittura possiamo decidere di cambiarli a seconda della stagione: un divano grigio magari un po’ anonimo può diventare colorato e allegro d’estate usando fantasie e tessuti come il lino o il cotone e piu’ caldo ed accogliente d’inverno usando colori piu’ tenui e tessuti come il velluto o, perchè no, della pelliccia sintetica.

Idem per quanto riguarda i copriletti o i tappeti, insomma, un consiglio è quello di acquistare mobili abbastanza neutri e che non seguano troppo le tendenze del momento in modo da durare nel tempo e possiate divertirvi a giocare con il colore grazie ad i tessili.

C'è vita

La casa è la nostra tana, non è un luogo di passaggio, è il luogo in cui molto probabilmente vivremo la maggior parte dei momenti piu’ importanti della nostra vita, sarà il luogo dove ci andremo a rifugiare nei momenti tristi e dove festeggiare quelli piu’ felici. La casa è il luogo che racchiude tutti i nostri segreti, anche quelli piu’ incoffessabili, ed è per questo che, in qualche modo, si deve intravedere la presenza di forme di vita che la abitano.

Va bene l’ordine, ma secondo me, una casa per essere accogliente deve parlare un po’ delle persone che la abitano: i lbri nella libreria, la coperta sul divano pronta per quando ci vogliamo assopire la sera davanti alla televisione, le riviste sopra ad un tavolino, la crema per il corpo sopra al comodino. Possiamo decidere di mettere tutti questi oggetti in modo ordinato e magari lasciare in mostra quelli che ci piacciono di piu’. Facciamo però in modo che si intravedano dei “pezzetti” di noi nelle stanze e che raccontino qualcosa di come siamo.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo

author-avatar

Sono da sempre una grande amante della cucina. Posso dire di aver imparato a fare una torta prima delle divisioni a due cifre (cosa che per altro adesso ho dimenticato). Non esiste cibo che non mi piaccia, amo sperimentare e col tempo sono riuscita a creare un mio stile, che predilige la semplicità dei sapori e la genuinità degli ingredienti. Mangiatrice instancabile di asparagi a primavera, fiori di zucca d'estate, cachi d'autunno, zucche d'inverno e patatine fritte tutto l'anno. Benvenuti nel mio mondo, benvenuti nella mia Bluebird Kitchen.